Contenuto riservato agli abbonati

L’ultimo regalo di Veronica I suoi organi saranno donati

La famiglia della 19enne ha preso una delle decisioni più dure e difficili La ragazza è morta una settimana dopo un terribile incidente stradale

CODIGORO. Si moltiplicano in queste ore le reazioni e le attestazioni di cordoglio per l’improvvisa, prematura scomparsa di Veronica Furegato, la 19enne di Codigoro, morta mercoledì mattina all’ospedale di Cona, ad una settimana dal drammatico schianto, avvenuto lungo la provinciale 53, a pochi chilometri da casa. Lacrime, commozione e incredulità traspaiono nei commenti e nei ricordi chi conosceva la giovanissima, dipinta da tutti come un angelo, per il suo sguardo dolce e per il sorriso luminoso.

il cordoglio


Mamma Natascia, distrutta dal dolore, in queste ore ha risposto a decine e decine di messaggi di vicinanza al lutto, confermando a tutti che “Veronica era il nostro angelo”. Anche a Lagosanto, nel negozio Onda Fashion Quarantotto street, dove la ragazza codigorese con “gli occhi di cristallo” era ritenuta di casa, la titolare Erika Forlani non sa darsi pace. «Tutti qui in negozio abbiamo vissuto la tragedia in prima persona – dichiara la proprietaria di Onda Fahion –; con Veronica se n’è andato un pezzo del nostro cuore. Aveva sfilato per le nostre sfilate e ora speravamo di inserirla nel catalogo del brand che stiamo lanciando e invece...Veronica era una ragazza stupenda – prosegue Erika Forlani –. Siamo sconcertati. Ora attendiamo la data del funerale e chiuderemo il negozio, per poter partecipare. I clienti questa volta possono aspettare». Proprio l’altro ieri la mamma di Veronica, Natascia, aveva chiesto di fare una preghiera per la figlia, ma il pensiero era rivolto ad un sogno nel cassetto magari ancora da svelare, ad un progetto da realizzare nel mondo della moda e invece l’invito a pregare era rivolto a tutti, perché la vita di Veronica era appesa ad un filo.

l’addio

Un filo che purtroppo si è spezzato, ma che potrebbe donare la speranza ad altre persone che lottano tra la vita e la morte in attesa di un trapianto di organi. Dopo i tempi tecnici previsti dai protocolli sanitari, gli organi della 19enne dal sorriso radioso, che sognava di diventare stilista e modella, hanno ottenuto l’autorizzazione all’espianto e potranno restituire la speranza a pazienti in attesa di trapianto. L’invito alla preghiera partito da Erika Forlani ed accompagnato dalle immagini di Veronica sorridente sulla passerella di sfilate estive, ha fatto il giro del web, cogliendo l’abbraccio commosso e partecipe di tanti, anche di chi non conosceva la ragazza. È un abbraccio corale per due genitori, Natascia ed Alessandro, che hanno perso la loro unica figlia nel fior fiore della giovinezza. Tra amici e parenti è partita una staffetta su Whatsapp per avviare donazioni spontanee. «Ci stiamo pensando – conferma la cugina Arianna Zanghirati –, ma ancora siamo frastornati, non si è deciso ancora nulla. Si è ancora in attesa dell’autopsia e della data dei funerali». Anche Erika Forlani sta valutando di avviare una raccolta di donazioni spontanee, ma anche di «organizzare un evento in sua memoria, magari prima dell’estate. Vogliamo tenere vivo il ricordo di Veronica – conclude la commerciante di Lagosanto – perché era una ragazza straordinaria, una cara amica e ora è una stella che brilla dal cielo».

Katia Romagnoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA