La quarta ondata satura i posti letto Covid del Sant'Anna 

Sono 103 i ricoverati nell'area adulti a fronte di 102 posti. Negli ospedali della provincia meno pressione. Due i decessi,122 i nuovi positivi e 16 i ricoveri al Sant'Anna. In regione oltre 2.500 nuovi casi. Corrono le iniezioni di vaccino: ieri sono state oltre 3.400

FERRARA. La pandemia galoppa e il numero dei contagi solo per due volte, dall'inizio di dicembre, è sceso in provincia sotto quota cento. Il bollettino di oggi (17 dicembre) ne ha contati altri 122, con 16 ricoveri nell'ospedale di Cona e 2 decessi. I lutti hanno colpito famiglie di Poggio Renatico e Finale Emilia (Mo): nel primo caso si tratta di un uomo di 77 anni ricoverato a Cona il 2 dicembre scorso e morto ieri (con patologie pregresse), nel secondo la vittima è un uomo di 96 anni, entrato in ospedale a Cento il 15 dicembre e deceduto ieri. I 16 ricoveri sono di pazienti residenti a Cento (1), Comacchio (1), Copparo (2), Ferrara (5), Mesola (1), Ostellato (1), Poggio Renatico (3), Riva del Po (1), fuori provincia (1). L'ondata dei ricoveri sta vanificando ogni adeguamento di posti letto, nel senso che i posti aggiunti vengono saturati nel giro di pochi giorni. L'ultima addizione al Sant'Anna aveva aggiunto 12 posti in area Covid, ma oggi i 102 letti disponibili per gli adulti (escluse ostetricia e pediatria Covid) hanno dovuto accogliere un ospite in più (i ricoverati, grazie all'aggiunta di una postazione, sono infatti 103). In provincia le cose vanno un po' meglio: 15 posti occupati su 20 nella lungodegenza dell'ospedale del Delta e 26 su 30 nella Medicina di Cento.

I 122 tamponi positivi (28 a Ferrara, 22 a Cento, 10 a Bondeno, 9 a Copparo e Tresignana, questi i centri dove è stato riscontrato il numero maggiore di positivi) sono stati individuati a fronte di 716 test negativi. Si tratta soprattutto di casi sporadici, 74 asintomatici (50 individuati col sistema di conytact-tracing, 1 attraverso screening di categorie di interesse), 48 sintomatici; 79 le persone entrate in isolamento domiciliare, 336 quelle uscite da isolamento domiciliare o da sorveglianza telefonica. Tra le otto persone dimesse dal Sant'Anna ci sono un uomo di 49 anni, di Ferrara, e una donna di 56, di Cento; 68 le persone dichiarate clinicamente guarite (con tampone negativo): 33 a Ferrara, 8 a Cento, 4 ad Argenta e Mesola.

In Regione

Continuano a crescere i contagi in tutta l'Emilia Romagna: il bollettino odierno conta 2.507 nuovi positivi e 15 decessi. Oltre ai due registrati a Ferrara: uno a Piacenza (un uomo di 82 anni), uno a Reggio Emilia (una donna di 92 anni), tre a Modena (tutti uomini, di 80, 94 e 97 anni), quattro a Bologna (due uomini di 84 e 94 anni e due donne di 81 e 96 anni), due a Ravenna (una donna di 76 anni e un uomo di 90 anni), due in provincia di Forlì-Cesena (due uomini di 84 e 92 anni). Nessun decesso nelle provincie di Parma e Rimini.

 

Vaccinazione di massa

Nuovo balzo in avanti delle iniezioni di vaccino anti-Covid. Ieri ne sono state eseguite 3.471 nel ferrarese: 2.920 terze dosi, 239 prime dosi e 312 seconde dosi. L'entrata in vigore del Super Green Pass, oltre all'evoluzione negativa della pandemia, ha dato una spinta, oltre che alle dosi aggiuntive che si stanno collocando su quota 3mila al giorno, anche a prime e seconde dosi. In provincia sono state effettuate a partire dal 27 dicembre 2020 639.648 iniezioni di vaccino: 284.737 prime dosi, 264.759 seconde dosi e 90.152 dosi addizionali.