Contenuto riservato agli abbonati

Assalto al centro con i parcheggi pieni, scattano le rimozioni

Difficoltà a trovare la sosta per la corsa al regalo. Non sono stati messi stalli aggiuntivi e lo smog sale

FERRARA. Code per entrare nei parcheggi in struttura, le strisce blu prese d’assalto e grande difficoltà a trovare parcheggio ieri in centro storico. L’ultimo week prima di Natale, anche se non è stato da “tutto esaurito” come in altro analogo periodo ,è stato caratterizzato ieri in centro da una vera e propria difficoltà a trovare parcheggio con molte auto che hanno dovuto effettuare più giri prima di trovare agognato posto, a tutto scapito della qualità dell’aria, con la percentuale delle polveri sottili che continua a salire in questa ultima fase dell’anno.

Nonostante poi alcuni fattori abbiano tenuto lontano un parte di potenziali utenti del centro storico, dalla partita della Spal in tv, alla 5.30 natalizia al grattacielo, e anche una nebbia fitta che certamente non invoglio ad uscire, ieri era molto difficile trovare un parcheggio . Tanto per dire, attorno alle 17.30 nel parcheggio Borgoricco, snobbato dai più e quasi sempre con oltre i due terzi dei posti disponibili, ieri il display oscillava con 1 o 2 posti ancora accessibili e tutti in terrazza al quinto piano. Buon afflusso anche a piazza Sacrati con il parcheggiatore abusivo che confermava il pienone fin dall’inizio del pomeriggio, anche se un posto, scomodo perché in parte occupato da un albero era rimasto. Dal Boldini ovviamente tutto esaurito, anzi qualcuno ha pensato male di parcheggiare propria auto in doppia fila in via Previati. Prontamente segnalata la cosa, venivano gli addetti alla rimozione che provvedevano a spostare l’auto in fuorigioco per portarla al deposito. Bastava parcheggiarla più avanti, dove c’era solo un divieto di sosta... Pochi metri più avanti c’è la lunga fila per entrare nel parcheggio San Guglielmo e per trovare un posticino, bisogno avere la pazienza di attendere qualche minuto, con motore acceso, inquinando, e molto spesso si assiste alla caccia tra più auto al primo posto utile che si libera.


Non si capisce come mai quest’anno non siano state adottate quelle misure che facilitavano la sosta con parcheggi straordinari. Avrebbe fatto comodo ad esempio aprire l’anello di piazza Ariostea alle auto, in modo da evitare intasamenti di auto per via Palestro e appunto zona Boldini e Borgoleoni. Così come la sosta straordinaria in viale Cavour avrebbe diminuito l’effetto imbuto. Senza contare i cantieri vecchi e nuovi. Il prossimo anno fare ammenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA