Contenuto riservato agli abbonati

Schianto sull’Adriatica: muore a 23 anni

A perdere la vita Houssine Houanti, detto Sin. Una donna di 51 anni è in Rianimazione, ferite altre due persone coinvolte

portomaggiore. L’ennesimo incidente stradale di quest’anno si è portato via Houssine Houanti, detto “Sin”. Anche lui giovanissimo, 23 anni appena, operaio residente a Portomaggiore.

Era l’1. 30 di mercoledì notte e il ragazzo, a bordo della sua Volkswagen Passat, stava viaggiando sulla statale Adriatica, direzione Argenta quando all’altezza di Monestirolo, si è scontrato con un tir che arrivata in direzione opposta. Coinvolte nello schianto anche altre due persone, un uomo e una donna di 51 anni di Massa Lombarda che si trova ricoverata nel reparto di Rianimazione del Sant’Anna di Cona. La 51enne era seduta lato passeggero di una Fiat 500 L. Ferito anche l’uomo alla guida, ma le sue condizioni non sarebbero gravi.


la dinamica

Sull’esatta dinamica stanno lavorando gli agenti di polizia municipale di Ferrara e stando ad una prima ricostruzione, ma nulla ancora è stato confermato, a causare lo schianto potrebbe essere stato un sorpasso azzardato.

La scena che si è presentata agli occhi dei soccorritori, in una nebbia non fitta ma comunque importante, era da incubo. L’impatto è stato tale che il motore della Passat è volato nella campagna che costeggia la strada, mentre quello della 500L è stato poi trovato tra le sterpaglie. Il grosso camion, che trasportava migliaia di barattoli di sottaceti, è finito nel fosso ma per fortuna l’uomo alla guida è rimasto ferito in maniera lieve.

Houssine Houanti è morto sul colpo, sbalzato fuori dal mezzo, mentre le due persone alla guida della Fiat sono rimaste incastrate nelle lamiere. Lungo l’intervento vigili del fuoco di Ferrara per cercare di tirare fuori la coppia: entrambi sono stati e portati all’ospedale di Cona con un codice due e uno, quello della donna, di massima urgenza. Da capire se il 23enne ha superato l’auto e si è poi trovato davanti il camion.

i soccorsi

Certamente qualcuno viaggiava oltre i limiti di velocità consentita e purtroppo, come spesso accade, quando ci si trova su strade pericolose per svariati motivi e che vedono una grossa mole di traffico pesante, ogni piccolo errore si paga a caro prezzo.

L’autista del camion non è riuscito a evitare la macchina, dopo lo scontro è finito nella corsia opposta di marcia per poi uscire di strada e finire nel fosso, perdendo tutto il carico in campagna. Le dimensioni del mezzo pesante e il fatto che fosse nuovo, hanno scongiurato il peggio anche se l’uomo è rimasto a lungo sotto choc. Sul posto sono state chiamate due ambulanze, l’automedica, i vigili del fuoco e la Polizia municipale di Ferrara.

Houssine Houanti è morto sul colpo, i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. I pezzi delle auto erano ovunque, tra strada e campagna circostante, così come parte del carico del camion. La statale è stata chiusa, gli addetti hanno lavorato diverse ore per la messa in sicurezza. Prima dell’alba la strada è stata riaperta e poi un nuovo stop per il recupero del camion. Gli agenti della polizia locale stanno ricostruendo passo dopo passo quanto accaduto per individuare colpe e responsabilità. Ma quando muore un ragazzo si può parlare solo di grande tragedia.

Annarita Bova

© RIPRODUZIONE RISERVATA