Vandalismi al campo sportivo durante la notte di Capodanno

JOLANDA DI SAVOIA. Brutta scoperta ieri mattina per i dirigenti della Jolanda Volley 2016, la società sportiva che si occupa di calcio e pallavolo in paese.

All’interno del centro sportivo, nella notte di San Silvestro, quasi fosse un modo lecito per festeggiare il nuovo anno, si sono introdotti i vandali: si tratta dell’ennesima visita, decisamente sgradita, nel giro di pochi mesi.


«Hanno rotto i lucchetti della porta che erano nuovi, pensi che li avevamo messi appena pochi giorni prima, il 29 dicembre – racconta il presidente dell’associazione sportiva, Matteo Penazzi –. Erano stati rimessi perché di recente li avevano forzati e rotti. È un annetto che questi atti vandalici continuano, ci sono dei danni: in precedenza avevano rotto dei box doccia e smontato rubinetti. Ovviamente la cosa per noi è molto spiacevole».

L’altra notte, una volta penetrati al campo sportivo, i vandali si sono lasciati andare a una vera e propria scorribanda: negli spogliatoi hanno divelto un pannello porta indumenti dalla parete, lo hanno rotto e poi si sono divertiti a lanciarlo sul tetto. Poi sono stati sparsi un po’ ovunque dei rotoli di carta igienica, trovati chissà dove. Ma chi può essere il responsabile? «Difficile dirlo, è molto probabile si tratti di giovanissimi del posto – risponde Penazzi –. Abbiamo cercato di rimediare in qualche modo: in questi mesi una o due volte a settimana di sera siamo passati per cercare di coglierli sul fatto, poi stiamo pensando di mettere delle grate. Certo, non sono infrangibili, ma almeno si prova a rendere la vita più complicata ai vandali. I carabinieri passano qualche volta, ma più di tanto non possono fare. Insomma, c’è rammarico: l’anno nuovo non è iniziato bene».

F.T.

© RIPRODUZIONE RISERVATA