"Adotta un fenicottero del Delta", bastano dieci euro

Fenicotteri rosa nella Valli di Comacchio

L'iniziativa dell'Ente Parco per meglio tutelare una specia divenuta simbolo della zona. Si potranno conoscere tutti gli spostamento dell'esemplare di 'famiglia'

COMACCHIO. Adottare un fenicottero per salvaguardare la biodiversità del Parco del Delta del Po. È l'iniziativa lanciata dall'Ente Parco per preservare l'esistenza della specie simbolo dell'area. Secondo il Parco, la prima specie di fenicottero è arrivata nel 2000 e da quel momento in poi le prime coppie hanno iniziato a costruire il nido all'interno della Salina di Comacchio.

Oggi si contano circa 10.000 esemplari che vengono studiati, oltre che dal Parco, dall'Istituto superiore di protezione e ricerca ambientale (Ispra) e dall'Associazione degli ornitologi dell'Emilia-Romagna. Per seguire gli spostamenti degli animali vengono messi sulle zampe di alcuni fenicotteri degli anelli colorati di codice alfanumerico, che li rendono decifrabili agli studiosi. Per ottenere l'adozione bisogna inviare una mail all'Ente Parco e fare una donazione di dieci euro: questo atto consente di ricevere informazioni sugli spostamenti dell'esemplare prescelto.  I fondi serviranno anche a garantire la tutela di altre specie, come i gabbiani e le sterne.