Altri 55mila euro per abbattere la Tari «Aiuto alle aziende »

VIGARANO MAINARDA. Con l’ultima variazione di bilancio la giunta comunale ha portato a 138.000 euro la somma a disposizione per agevolare le imprese locali per abbattere la Tari. Agli 83mila euro di un precedente stanziamento, nell’ultimo consiglio comunale, ne sono stati aggiunti altri 55.000, come supporto economico al tessuto imprenditoriale vigaranese.

«Nel nostro territorio - ha spiegato il sindaco Davide Bergamini - dietro a ogni singola azienda sono tante le persone che, nonostante il periodo delicato che stiamo attraversando, continuano, con determinazione e impegno, a credere e investire nelle loro attività. Con questo stanziamento vogliamo dimostrare la nostra attenzione verso l’economia e gli imprenditori locali, dando la possibilità di accedere a questi contributi per abbattere la Tari relativamente al periodo 2020-2021».


Queste risorse sono a disposizione delle imprese per ristorare quanto già pagato, o per ridurre i pagamenti futuri.

«Un risultato importante - precisa Ennio Bizzarri, assessore al bilancio -, raggiunto perché da subito ci siamo attivati per raggiungere questo obiettivo. In tempi celeri siamo riusciti a mettere a disposizione una somma importante, che rappresenta un segnale di vicinanza alle realtà lavorative del nostro Comune».

Per quanto riguarda le modalità d’accesso a questi contributi, è opportuno precisare che chi è in regola con il pagamento della Tari avrà un rimborso sulle fatture Clara del 2022. Un’apposita tabella è stata predisposta dagli uffici comunali competenti, per stabilire chi può beneficiare del ristoro in modo parziale o totale, sulla base del tipo di attività svolta e il tempo di chiusura legato alla pandemia.

G.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA