Redditi, Cento insidia il primato di Ferrara e Goro è il comune maglia nera

Il confronto fatto in un decennio (2010-2020) vede l’incremento più alto a Masi Torello e Vigarano, in coda Tresignana

FERRARA. In dieci anni il reddito medio complessivo dei ferraresi è aumentato del 4,1% passando da 20.713 euro pro capite a 21.558 euro.

In base ai dati elaborati da UnionCamera dell’Emilia Romagna su cifre del Mef dipartimento Finanze si possono notare anche le situazioni che riguardano i 21 comuni della provincia di Ferrara. Dati che tengono conto ovviamente delle quattro fusioni dei comuni della provincia avvenuti nell’ultimo decennio .


È il capoluogo Ferrara, il comune ad avere il reddito medio più alto fatto registrare nell’ultima rivelazione 2020, seguito a ruota da Cento che si è avvicinato di molto. I due comuni più grandi della provincia hanno avuto un incremento decennale di reddito rispettivamente del 2,3% e del 5%, con il rischio per Ferrara nel lungo periodo di subire anche un clamoroso sorpasso.



Il comune dove invece c’è il reddito medio più basso dichiarato è nettamente Goro con poco più di 11mila euro pro capite.

Guardando alle performance nel tempo, è Masi Torello il Comune che nell’ultimo decennio ha avuto invece l’incremento di reddito maggiore con un +8,8%, e precede di un decimo di punto Vigarano Mainarda. Viceversa il comune che ha avuto il minor incremento con appena l’1,1% è Tresignana, tenendo sempre in considerazione che il raffronto sul 2010 è stato fatto quando il territorio era diviso in due Comuni (Tresigallo e Formignana).

© RIPRODUZIONE RISERVATA