Contenuto riservato agli abbonati

Bondeno. Come diventare apicoltore in otto lezioni. Dagli alveari al miele, si svelano i segreti

Inizia lunedì 10 gennaio un corso per principianti. Appuntamenti gratuiti alla Sala 2000 ma anche su Youtube 

FERRARA. A partire da lunedì 10 gennaio prenderà il via a Bondeno, nella Sala 2000, un corso di apicoltura base per principianti, utile a introdurre i partecipanti al lavoro e alle tecniche dell’apicoltore.

Il corso si articolerà in otto lezioni, programmate per ogni lunedì a partire dalla prossima settimana, e sarà fruibile sia in presenza sia online, quest’ultima una modalità quanto mai opportuna in questo periodo caratterizzato da una recrudescenza dell’emergenza sanitaria causata dal Covid.


Animali importanti

«Le api sono animali importantissimi per la tutela della biodiversità e per il benessere ambientale – sono le parole del sindaco, Simone Saletti –. In questi mesi, sempre più attività sono andate a incentivare l’apicoltura e la piantumazione di specie arboree utili al lavoro delle api. Accolgo quindi in maniera molto positiva questo corso che potrà insegnare qualcosa in più ai nostri concittadini».

Le modalità

Le lezioni si terranno ogni lunedì sera, dalle 20.30 alle 22.30, e saranno coordinate dall’associazione Terre Matildee, da anni molto attiva sul territorio bondenese.

«La peculiarità del corso è l’unione fra la teoria e la pratica – sottolineano Michele Sartini, assessore alle Attività produttive, e Marco Vincenzi, assessore all’Ambiente –: da un lato, i partecipanti potranno approfondire gli ambiti del lavoro dell’apicoltore, delle tecniche di conduzione di un apiario e della pianificazione economica. Dall’altro lato, i corsisti avranno anche modo di mettere in pratica le competenza acquisite, mediante un laboratorio presso l’apiario didattico di via Canapa a Ferrara. Dunque, davvero un corso da non perdere». In più, tutte le lezioni saranno completamente gratuite, «oltre ad essere condotte in collaborazione con il servizio veterinario di Ausl Ferrara e con il comune di Bondeno – spiega Gino Alberghini, membro di Terre Matildee e referente del progetto –. Dunque, un corso che non tralascia alcun aspetto di un settore in crescita ed estremamente importante per l’ambiente».

La capienza della Sala 2000 è attualmente fissata a 50 posti: per partecipare al corso, è perciò necessario iscriversi telefonando al numero 370.3113721.

Anche su Youtube

Chi non dovesse riuscire a prenotarsi potrà comunque fruire delle lezioni in modalità telematica, accedendo al canale YouTube “Terre Matildee” nei giorni e negli orari delle lezioni. Il corso rimarrà online e aperto a tutti anche al termine dell’effettivo svolgimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA