Aiuti alle imprese Critiche dei dem: soldi del governo

vigarano mainarda. Arrivano gli aiuti alle imprese e il Comune sceglie, di destinare la somma di 138mila euro al fine di agevolare il pagamento della Tari. Ma il Pd non ci sta. O meglio, contesta le modalità. «È interessante assistere ai giochi di prestigio dell’attuale amministrazione che dà l’impressione di capacità superiori, mettendosi sempre, con abilità, sul confine tra realtà e fantasia - dicono dal circolo Pd di Vigarano -. Questo gioco lo stanno facendo il sindaco Davide Bergamini e la sua giunta (in questo caso l’assessore Ennio Bizzarri) spacciando per proprio un provvedimento statale destinato ai Comuni indipendentemente dalla loro appartenenza politica».

E, ancora, «il sindaco ha lascito intendere che la valorosa scelta derivasse da un forte impegno di razionalizzazione e lo stanziamento fosse il frutto di scelte amministrative originali della giunta di destra del nostro Comune. Peccato che non sia così: la giunta ha semplicemente acquisito risorse finanziarie statali vincolate e destinate a favore delle imprese. Dagli articoli apparsi sui giornali si vede una giunta che vuole intestarsi meriti in cui hanno ben poco protagonismo, oppure forse è solo la manifestazione dell’attivismo della nuova social media manager per far propaganda al sindaco...».


In ogni caso «le imprese riceveranno un contributo statale previsto dal governo che consente ai comuni di sostenere le attività produttive locali - concludono -. La campagna elettorale è finita e ora i giochi di propaganda e di prestigio si scontrano con la dura realtà. Il circolo Pd di Vigarano lavorerà per sostenere politiche di sostegno alle imprese e all’occupazione, proponendo idee e soluzioni autonome, non mancando di denunciare mai la propaganda dei venditori di fumo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA