Covid, tre morti e 881 positivi Tra i sanitari cento contagiati

Il Covid fa altre tre vittime nel Ferrarese, tra cui una donna di 61 anni di Codigoro, deceduta il 9 dicembre all’ospedale Maggiore di Bologna, ma di cui è stata confermata solo ieri l’infezione da coronavirus. Lutti anche a Comacchio e a Ferrara per le morti, martedì a Cona, di due uomini di 71 e 75 anni. Si impenna il dato dei sanitari contagiati: sono almeno un centinaio (un’ottantina dell’Asl, una ventina del Sant’Anna ma quest’ultimo dato è vecchio di qualche giorno). Sono 881, intanto, i nuovi contagi, contro 237 guarigioni, e si contano altri 14 ricoveri e 10 dimissioni o trasferimenti in reparti non Covid. La situazione a Cona resta sempre di saturazione, con 134 degenti nell’area adulti su 131 letti, e 6 pazienti nell’area ostetrico-pedatrica su 7 letti. Cala un po’ la pressione negli ospedali della provincia, con 7 posti liberi al Delta (occupati 75 su 82) e 8 a Cento (32 su 40). Molto bassa la quota di sintomatici: 28 su 881 positivi, questi ultimi rilevati su un totale di 1. 254 tamponi. A Ferrara sono stati individuati 286 casi, 95 a Cento, 61 a Comacchio, 52 a Copparo, 51 a Bondeno, mentre in coda c’è Masi Torello con tre nuovi contagi. La campagna di vaccinazione ha raggiunto quasi 690mila somministrazioni, di cui 3.149 effettuate martedì. La gran parte (2.641) sono terze dosi, 137 invece le prime. I contagi corrono in Emilia Romagna: 13.671 nuovi casi (+55,8%) su oltre 62mila tamponi, con un tasso di positività del 21,8%. I pazienti ricoverati nelle terapie intensive della regione sono 141 (+6), 103 dei quali (il 73%) non sono vaccinati mentre 38 sono vaccinati con ciclo completo. I pazienti ricoverati negli altri reparti Covid sono 1.622 (+43). Quindici i decessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA