I regali della Befana per i bambini ricoverati in ospedale

Tante le iniziative di solidarietà per l'Epifania: dalla Polizia penitenziaria, dai carabinieri e anche dagli artigiani a Cona

La grande impennata della pandemia a fine anno ha scoraggiato la Befana, che ieri è riuscita comunque a portare felicità tra i bambini ricoverati in ospedale. A dirottare il volo dell’anziana dispensatrice di regali verso il Sant’Anna sono stati la polizia penitenziaria di Ferrara, i Carabinieri e i Maestri artigiani, che hanno portato calze e doni ai piccoli che stanno trascorrendo questa parte dell’anno in un letto d’ospedale. La “Befana del poliziotto penitenziario”, alla sua 17ª edizione, è stata accompagnata dagli agenti del carcere di Ferrara (diretto da Maria Nicoletta Toscani, comandante Annalisa Gadaleta) per consegnare giochi, dolci e ceste ai ricoverati di pediatria (anche Covid) e oncologia pediatrica e per «dimostrare gratitudine al personale medico e sanitario, sempre prezioso, ancor di più in questo momento di cura e prevenzione del Covid». Quaranta i doni recapitati anche grazie al contributo di “Giocheria” e “Sapori semplici”.

I Carabinieri hanno consegnato al Sant’Anna «doni per portare un sorriso ai bimbi ricoverati». A consegnare i pacchi il tenente colonnello Giovanni Nobili, del Reparto Carabinieri Biodiversità di Punta Marina. Anche l’Accademia dei Maestri Artigiani ha portato trenta calze al Sant’Anna attraverso i delegati Marco Garbellini, Roberto Carion, Oderio Mangolini e Mario Piazzi. Ad accoglierli la dirigente del Sant’Anna, Rita Maricchio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA