Festoni natalizi e presepi Poggio premia i più belli

POGGIO RENATICO. Premiati ieri in municipio a Poggio Renatico i vincitori della terza edizione del concorso “Addobbi natalizi e Presepi” organizzato dal Comune e dalla Pro Loco per ravvivare il periodo delle festività di fine anno. «Un doveroso ringraziamento - ha detto il sindaco poggese Daniele Garuti - e un plauso per l’impegno lo meritano tutti i partecipanti perché, oltre a rendere più bello il nostro Comune, hanno dimostrato una grande volontà per mantenere vive le tradizioni anche in questo lungo periodo di pandemia».

Per arrivare a decretare i vincitori Emiliano Peccenini, presidente della Pro Loco, ha spiegato che l’apposita giuria oltre alle visite in loco si è avvalsa di fotografie per valutare ogni minimo particolare. «Tutti i partecipanti - ha detto l’assessore Serena Fini -, erano animati dallo spirito di far festa e contribuire a festeggiare, nel migliore dei modi, il periodo delle festività più attese dell’anno. C’è stato anche un forte segnale del desiderio di non voler farsi condizionare da questo momento delicato che stiamo attraversando».


Nella categoria dei presepi ha vinto Bruno Bernardi, di Gallo, un nonno che nella sua casa ha un piccolo laboratorio per realizzare tutto quanto gli serve per il presepe, Statuine, capanne, paesaggi, movimenti e giochi di luci. Il presepe, di notevole dimensioni, è stato realizzato nel giardino di casa e, specie di sera, è molto visitato. «Sono appassionato - ha detto Bruno Bernardi - nel realizzare presepe e con le mie mani realizzo tutto quello che mi serve utilizzando il legno. Lo scorso anno sono arrivato secondo e quest’anno primo ma questo è marginale perché il mio piacere è quello di vedere il mio presepe risplendere in giardino». Secondo posto per Cinzia Zaccarini, terzo per Giorgio Tartarini e quarto per Valentino Giona.

Nella categoria addobbi è risultata vincitrice Francesca Lavecchia, piazza d’onore per Alessandro Pedrazzi, terzo posto per Maurizio Guberti e quarto per Tonino Bosi. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un attestato di partecipazione.

Giuliano Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA