Covid, lutti a Poggio Renatico e Mesola. Altri 1.211 contagi

A Cona ricoverati altri dieci pazienti, boom di terze dosi con 3.138 somministrazioni. In Regione aumentano i degenti nei reparti ordinari e nelle terapie intensive

FERRARA. Sono una donna di 74 anni di Poggio Renatico e un uomo di 66 anni di Mesola, entrambi con patologie pregresse, gli ultimi due pazienti positivi al Covid deceduti all'ospedale di Cona, dove erano ricoverati rispettivamente dalla vigilia di Natale a dal 16 dicembre. Le morti sono avvenute entrambe mercoledì e portano a 1.061 le vittime connesse al coronavirus nel Ferrarese.

Ancora una volta il conteggio dei nuovi positivi è ben oltre il migliaio: 1.211 le persone risultate contagiate nelle ultime 24 ore (con altri 665 esiti negativi), numeri trascinati dalla variante Omicron, che comunque non trovano corrispettivo nell'andamento dei ricoveri, che si mantengono su un livello pre-variante sudafricana: sedici i pazienti portati a Cona, tra cui si segnala anche un trasferimento in terapia intensiva da un reparto non intensivo. La situazione al Sant'Anna continua dunque a mantenersi stabile, registrando anzi un calo di ricoverati nell'area adulti (131 su 143 letti), anche per effetto di 13 dimissioni o trasferimenti, mentre resta sempre al completo la terapia intensiva, con 15 degenti critici.

Al Delta sono ora 10 (uno in meno del giorno precedente) i ricoverati gravi nel reparti intensivo e subintensivo, ma l'ospedale resta vicino alla saturazione (82 degenti su 83 posti), e l'area Covid del Santissima Annunziata di Cento è tutta occupata (40 ricoverati).

Sono 447 le persone guarite, con un aumento di 764 di casi attivi per effetto del saldo con i nuovi positivi. All'aumento dei contagi corrisponde una crescita di persone entrate in isolamento domiciliare: 1.237 contro le 985 che ne sono uscite.

Accelera ancora la campagna vaccinale, con ben 3.898 dosi somministrate mercoledì: la gran parte (3.138) sono dosi addizionali, seguite da 422 seconde e 338 prime dosi.

In Emilia Romagna il tasso di positività è salito ancora, toccando il 28,5%, con 20.648 nuovi casi su 72.547 tamponi eseguiti (+10,8% rispetto a ieri). Crescono del 3,2% i ricoveri nei reparti Covid, e del 2% quelli nelle terapie intensive. In tutta la regione i decessi connessi al Covid sono stati 38.