Gli agenti incrociano le braccia Polizia locale verso lo sciopero

Il servizio sarà in parte garantito A Bondeno due unità per ogni turno di lavoro Copertura anche a Poggio e Terre del Reno

bondeno. La polizia locale dell’Alto Ferrarese si prepara a scioperare, assieme ai colleghi di tutta Italia, per contestare la riforma della legge quadro della categoria. Il Corpo unico degli agenti, domani, garantirà comunque i servizi minimi, come prevedono le norme vigenti. Il Sulpl, che è il sindacato unitario lavoratori di polizia locale, aderirà allo sciopero proclamato in tutta Italia coinvolgendo, dunque, gli agenti della polizia locale dei Comuni di Bondeno, Terre del Reno e Poggio Renatico.

DISAGI POSSIBILI


La regolamentazione del diritto di sciopero nei servizi essenziali prevede in questi casi che questa tipologia di servizi sia in ogni caso assicurata, così come le prestazioni previste dall’accordo collettivo nazionale. In tal senso, il Comune di Bondeno ha comunicato che saranno disponibili due unità per ogni turno di lavoro, limitatamente allo svolgimento delle prestazioni minime, secondo la richiesta dall’autorità giudiziaria e per gli interventi previsti in caso di trattamenti sanitari obbligatori autorizzati dal sindaco. Non saranno inoltre sospesi, sempre tra i servizi indifferibili, anche quelli di anti-infortunistica, di pronto intervento e di vigilanza della centrale operativa e del municipio, oltreché per i servizi di Protezione civile in collaborazione con gli uffici tecnici comunali. «Nel rispetto della libertà di sciopero, verranno comunque assicurati i servizi essenziali da parte dei nostri agenti – avverte l’assessore alla sicurezza urbana, Ornella Bonati – i quali svolgono sul territorio un lavoro prezioso al pari e in collaborazione con gli altri corpi di polizia».

Nei presidi di polizia locale di Poggio Renatico e Terre del Reno saranno garantite due pattuglie. Non è detto che tutti gli agenti parteciperanno allo sciopero, ma se l’adesione sarà massiccia potrebbero esserci disagi, soprattutto per quanto riguarda l’apertura degli uffici. Prima di muoversi è consigliato chiamare il numero 0532.899600.

Mi.Pe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA