Contenuto riservato agli abbonati

Ferrara, l’Asl ai genitori: vaccino sicuro per i bambini

Lettera aperta dell’azienda sanitaria: efficace al 90% per prevenire il contagio, eventuali eventi avversi sono gestibili

FERRARA. «Ora che è ripreso l’anno scolastico, vaccinarsi fornisce un importante livello di protezione soprattutto per tuo figlio, ma anche per la tua famiglia e gli altri». Così l’Asl di Ferrara si rivolge ai genitori dei bambini della fascia 5-11 anni, in una lettera aperta pensata per rispondere ai dubbi e alle domande «sull’efficacia e sugli eventuali rischi della vaccinazione».

Due le premesse importanti, sottolinea l’azienda sanitaria: «I bambini possono essere infettati dal Covid, sviluppare la malattia, ammalarsi gravemente, soffrire di complicazioni di salute a breve e lungo termine e diffondere il virus ad altri. In alcuni casi, fortunatamente molto rari, la malattia può anche portare a morte». Secondo: «il vaccino Covid-19 è sicuro ed efficace per i bambini di età fra i 5 e gli 11 anni». Le società scientifiche di riferimento per la pediatria raccomandano la vaccinazione per la fascia 5-11 anni «in quanto capace di prevenire casi severi». Raccomandazione ancora più forte «se il bambino soffre di patologie croniche, e se convive o ha contatti stretti con adulti anziani o fragili».


L’efficacia del vaccino sui bimbi è confermata anche da Ema e Aifa, le autorità europea e italiana per il rilascio dell’autorizzazione all’uso dei vaccini, così come dall’istituto superiore di sanità e dal gruppo di esperti che hanno esaminato i dati degli studi clinici. Studi da cui la vaccinazione è risultata efficace per oltre il 90 per cento nella prevenzione del Covid nei bimbi dai 5 agli 11 anni.

A differenza di molti farmaci, il dosaggio del vaccino Covid-19 non varia in base al peso del paziente ma in base all’età. I bambini tra i 5 e gli 11 anni ricevono una dose adeguata all’età che è la giusta quantità che è stata trovata per proteggere al meglio i bambini negli studi clinici. Il principio attivo è lo stesso degli adulti e degli adolescenti, a variare è la dose. La sicurezza del vaccino, già valutata negli studi clinici per l’autorizzazione, continua a essere monitorata. Ciò include il rischio di miocardite e pericardite nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni. Ma sono rari gli eventi sanitari gravi, comprese eventuali reazioni allergiche gravi, la miocardite e la pericardite, e sono comunque trattabili.

I benefici della vaccinazione contro il Covid-19 tra i bambini superano i rischi noti e potenziali, continua l’Asl, e alcuni effetti collaterali sono segni normali che il vaccino sta funzionando. Tra questi, dolore, arrossamento o gonfiore al braccio, stanchezza, male alla testa, dolore muscolare, brividi o febbre, nausea. In caso grave reazione allergica «le strutture sanitarie sono pronte a intervenire. La maggior parte delle volte, il bimbo ha bisogno di riposo, un antidolorifico senza aspirina e un asciugamano fresco nel sito di iniezione».

Dopo la vaccinazione, verrà dato l’appuntamento per la seconda dose e alla fine del percorso vaccinale verrà rilasciato il certificato, anche in formato digitale. «Prenotate dunque un appuntamento – conclude l’Asl – utilizzando i consueti canali sportelli dei Centri Unici di Prenotazione (Cup); farmacie che effettuano prenotazioni Cup; online col Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), l’App ER Salute, il CupWeb; prenotazione telefonica al numero verde 800 532 000 da lunedì a venerdì ore 8-17; sabato ore 8-13. Oppure aderite ai nostri open day».

© RIPRODUZIONE RISERVATA