Cordoglio a Vigarano Pieve per la scomparsa di “Micio”

Fu il promotore del gemellaggio con i magiari 

il lutto

Grande cordoglio a Vigarano Pieve per l’improvvisa scomparsa di Maurizio “Micio” Polastri, 73 anni, persona molto conosciuta e apprezzata da tutta la comunità. Aveva qualche piccolo problema di salute e per questo era stato ricoverato in ospedale per un intervento a una vena. Non sembrava preoccupante, ma la notizia della sua morte ha gettato nel dolore la moglie Erminietta e la figlia Sandra. Un momento difficile per la famiglia, a cui stanno arrivando tanti attestati di solidarietà.


“Micio”, come era affettuosamente chiamato da tutti, era una persona buona, affettuosa e sempre disponibile. Nel 1995 era stato il promotore del patto di gemellaggio tra il Comune di Vigarano Mainarda e quello ungherese di Salgotarjan. Aveva fatto da tramite in quanto all’epoca, con un socio, aveva creato una fabbrica di cioccolata nel comune magiaro. Riteneva che gli scambi tra le due realtà avrebbero favorito la formazione degli alunni di entrambe le comunità, tramite un confronto su usi e costumi tra popoli diversi per storia e tradizioni. Il gemellaggio diede ottimi frutti, specie per le scuole, e venne anche premiato con la massima onorificenza della Stella d’Oro al merito concesso dall’Unione Europea. Molto attivo anche in paese, aveva creato e ideato la Festa della birra, e per diversi anni gestì l’Oasi, il locale nella zona artigianale immerso nel verde dell’ex cava di sabbia. Il beffardo destino ha voluto che la scomparsa di Maurizio Polastri sia avvenuta a pochi giorni dal suo compleanno, il 20 gennaio.

Il funerale si terrà mercoledì alle 13.30 in Certosa a Ferrara, seguirà la cremazione.

Giuliano Barbieri

© RIPRODUZIONE RISERVATA