È record di contagi e di vaccinazioni

Quasi 4mila dosi. I lutti sono stati sette. Sale la pressione dei ricoverati in particolare a Cento e Lagosanto

Contagi a livelli record, con 1.651 positivi, solo parzialmente compensati dall’aumento dei guariti; altri 13 ricoveri a Cona, che mantiene pochi margini nei reparti Covid. E ancora 7 lutti, che vanno inseriti in un quadro regionale davvero nero, con 40 decessi. È pesante il bilancio di una giornata che ha visto l’esordio del tampone fai-da-te per l’uscita dall’isolamento, ancora con numeri ridotti ma già capace di allentare un minimo la pressione sulle farmacie. Ed è record anche sul fronte vaccinazioni.

I lutti riguardano Ferrara, dove abitavano il 78enne morto a Cona dopo 14 giorni di ricovero e una 94enne ricoverata al Delta; Codigoro (una donna di 78 anni ricoverata al Delta); Copparo (64enne morto lo stesso giorno del ricovero a Cona); Cento (uomo di 65 anni, a Cona); Fiscaglia (donna di 92 anni al Delta); e Poggio Renatico (88enne ricoverato all’ospedale di Cento). Sei di loro erano registrati con patologie pregresse. A livello regionale il triste record di giornata appartiene a Bologna con 8 decessi, poi Parma e appunto Ferrara.


I contagi hanno visto un picco come sempre nel capoluogo, con 590 nuovi casi, poi Cento con 143 e Argenta con 1209. Poiché i guariti di giornaa sono 1.548 (534 in città, 150 a Cento), il saldo degli attualmente positivi continua a salire, sia pure con una velocità rallentata. Siamo comunque ormai a quota 15mila malati nel ferrarese, un vero esercito. Come dimostra il dato di ieri, ben 1.729 ferraresi usciti dalle quarantene in un solo giorno, ci sarà da gestire anche il flusso in uscita dalla malattia: per questo risulterà importante il test fai-da-te, che ieri ha esordito con 99 caricamenti nella prima metà della giornata; può rappresentare forse una sorpresa il fatto che, a livello regionale, il 70% dei tamponi siano nuovi casi positivi.

La situazione ospedaliera è in movimento ma con un saldo sostanzialmente stabile, almeno per quanto riguarda Cona che bilancia i 13 ricoveri con altrettante dimissioni e trasferimenti (c’è anche una 24enne). La percentuale di occupazione dei posti Covid adulti è del 95% al Sant’Anna, ma entrano in sofferenza gli ospedali del territorio: Cento ha 41 pazienti Covid con 40letti disponibili, il Delta 85 con 83 posti ufficialmente attrezzati.

Giornata di grande lavoro agli hub vaccinali, quella di martedì. Sono state sfiorate le 4mila dosi (3.936 il numero esatto), nella stragrande maggioranza dei casi si è trattato di booster; poi 480 seconde dosi e 291 “esordi”. Il totale delle vaccinazioni da inizio pandemia ha così raggiunto quota 738.345.

© RIPRODUZIONE RISERVATA