Baby gang di ragazzini di 12 e 13 anni scatenata contro coetanei, negozi e pure la chiesa

Individuati dai carabinieri i quindici minorenni.  Agivano nella Bassa Bolognese, a due passi da Cento: denunciati  per minacce, danneggiamenti e furti

SAN MATTEO DELLA DECIMA. Ancora un episodio come, purtroppo, ne stanno avvenendo di frequente nella nostra provincia e in quella vicina di Bologna (di recente l’episodio al quartiere Savena della stessa città capoluogo della regione). I carabinieri della stazione di San Matteo della Decima hanno denunciato ben quindici giovanissimi per una serie di fatti commessi nella Bassa Bolognese, ai confini con il Centese. I reati sono minaccia, danneggiamento e furto, reati che i militari hanno contestato a quindici ragazzini di età compresa tra i 12 e i 13 anni, tutti invitati in caserma, accompagnati dai propri genitori.

LE SEGNALAZIONI


Anziani, esercenti e altri bambini sono state le persone prese di mira dalla banda che si atteggiava a vera e propria “Baby gang”, probabilmente con l’idea per questi ragazzini di sentirsi più grandi, visto che si filmavano con gli smartphone e rilanciavano i video sui social network, alla ricerca di un consenso espresso sotto forma di “like” da parte di amici e conoscenti.

LE DENUNCE

Come nel caso recente avvenuto a Bologna, anche la “Baby gang” della Bassa Bolognese aveva iniziato ad avere un atteggiamento ostile verso il prossimo, attraverso lancio di petardi (addirittura anche in chiesa), comportamenti arroganti e minacciosi verso gli adulti, che in alcuni casi sono sfociati in danneggiamenti e furti, come accaduto all’edicolante che, per essersi difeso dai minori, era stato preso di mira più degli altri, subendo danneggiamenti e furti dei prodotti esposti in vetrina.

Ma grazie alle testimonianze di alcuni cittadini che si sono rivolti ai carabinieri, il fenomeno è stato finalmente arginato, attraverso l’individuazione dei quindici responsabili, convocati in caserma assieme ai propri genitori con l’invito a non ripetere tali episodi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA