Il punto vendita era un ritrovo Lo sgomento dei tanti clienti

Il suo negozio, cioè il punto vendita che gestiva a fianco della sua casa, in via Risorgimento, a Zocca di Ro, lo conoscono praticamente tutti. Forse anche per questo la morte di Guido Partiti ha fatto ieri mattina in breve il giro di quasi tutte le famiglie della zona (che comprende anche Ruina, Boara, Fossadalbero e altre località più piccole come lo storico Borgo Mola ai piedi dell’argine del Po) . Numerosi sono stati i clienti che nell’apprendere della tragica scomparsa del coltivatore hanno immediatamente collegato il suo volto all’attività di vendita che Partiti conduceva praticamente sotto casa. Cocomeri e meloni, soprattutto. Che produceva e che vendeva da anni, in modo particolare alle famiglie che si recavano da lui sicure di trovare ciò che si attendevano. Guido era vedovo da alcuni anni, e ha un figlio. Ieri mattina, pur in una strada poco frequentata e fino ad alcuni anni fa non asfaltata come via Canal Bianco e poi via Ro, prima di giungere in via della Sbarra, alcuni automobilisti che si sono trovati a transitare proprio sul tratto di strada (molto stretta) teatro della tragedia non hanno trovato di meglio che fermarsi di fronte all’alt imposto dagli agenti della Polizia Locale per poi “di nascosto” fotografare la scena con l’auto capovolta nel canale. Un eccesso di “curiosità” che forse si sarebbe potuto evitare.

Via della Sbarra è una stradina tipicamente di campagna che di fatto collega Ruina (già territorio di Riva del Po) all’inizio del territorio sotto il Comune di Ferrara, al confine tra le due zone. D’estate è percorsa da cicloturisti che approfittano della bella stagione per immergersi in questa suggestiva campagna. Ma l’inverno arriva come uno spray che di fatto “ingessa” tutto quanto, rendendo molto pericoloso anche il solo transitare in auto su questa strada.


M.Puli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA