Lodevoli progetti di rigenerazione urbana Uno studio mette in evidenza Fiscaglia

L’avvocato Bernabei per il Cds pone l’attenzione sul processo partecipativo “Appi Farm” avviato a Migliarino

MIGLIARO. «Leggendo la newsletter del Centro ricerche documentazione e studi rimango piacevolmente stupito nel vedere un approfondimento del professor Guglielmo Bernabei, in merito ai progetti dal tema di “Rigenerazione urbana” che il nostro Comune sta portando avanti. È quindi evidente, come in questi mesi, Fiscaglia stia assumendo una sua dimensione, una sua identità e lo sta facendo con progetti e idee che dall'esterno vengono guardati con grande attenzione ed interesse... segno che la strada intrapresa è quella giusta». Parole di Fabio Tosi, sindaco di Fiscaglia, a commento dell’approfondito articolo dal titolo “Alcune considerazioni in tema di rigenerazione urbana nel Comune di Fiscaglia”, pubblicato dal Cds alcuni giorni fa a firma del docente e avvocato Bernabei.

In effetti, nella lunga analisi sottolinea il valore di alcuni percorsi avviati dal Comune, in particolare “Appi Farm” (ambiente paesaggio produzione innovazione), “processo partecipato con l’obiettivo di sviluppare una filiera produttiva per nuove imprese e start up innovative esistenti, orientato alla sostenibilità – nella sua accezione più ampia, partendo da quella ambientale – all’economia circolare e alla green economy, in tutte le declinazioni previste all’interno della politica territoriale”.


APPI FARM

“Oggetto del percorso - scrive ancora - è condividere con i principali stakeholder interessati l’orientamento del Comune di Fiscaglia di rigenerare un sistema di spazi di proprietà dell’amministrazione comunale, costituito da due volumi, per un totale di circa 800 metri quadrati, e da un’ampia superficie a verde, a Migliarino, sulla congiunzione tra via Roma e via Caprai. Tale area è in disuso e da recuperare, con l’obiettivo di sviluppare una filiera produttiva per nuove imprese e start up innovative esistenti, orientata alla sostenibilità legata ai temi ambientali nelle prospettive più differenti: dal turismo sostenibile alla pulizia del paesaggio; dagli applicativi smart sulla mobilità al monitoraggio delle acque; dallo sviluppo di nuove tecnologie energetiche al packaging ecologico. Una duplice opportunità: rigenerazione di spazi e attivazione di nuove economie, a partire dai caratteri e dalle potenzialità del territorio del Basso Ferrarese e dalla visione strategica di Metropoli di Paesaggio”. Finita l’analisi approfondita di Appi Farm, Bernabei sottolinea altre note positive fiscagliesi. “Accanto a questo importante progetto - scrive ancora -, si collocano altre iniziative in tema di rigenerazione urbana. All’amministrazione comunale di Fiscaglia è stato riconosciuto dalla Regione Emilia-Romagna un contributo di 200mila euro, quota massima concedibile, per la rivisitazione del sistema delle piazze presenti a Migliaro. Il progetto di riqualificazione urbana e arredo comprende, per la precisione, il comparto di piazza XXV Aprile, piazza Gino Villa e via di Mezzo. Il contributo ottenuto rientra nei Progetti di valorizzazione e riqualificazione di aree commerciali e mercatali... L’obiettivo è riqualificare spazi, aumentandone la flessibilità d’uso, migliorandone la qualità urbana senza rinunciare alla funzione di parcheggio, sede di mercato settimanale, nonché dello spettacolo viaggiante durante la fiera annuale di Sant’Antonio. Tale contributo economico della Regione al Comune di Fiscaglia è solo l’ultimo di una serie che, negli ultimi anni, si è fatto rilevante».

© RIPRODUZIONE RISERVATA