Se la mamma è positiva il bimbo di 15 mesi deve stare lontano

Sempre più frequenti i casi di mamme contagiate alle prese con la quarantena

ROMA. Dubbi su come affrontare la quarantena? O sulle regole di utilizzo del Green pass? Il Tirreno risponde alle domande dei lettori. Basta inviare un quesito a filodiretto@iltirreno.it.Quali sono le regole per la quarantena in una famiglia composta da padre, madre e figlio di 15 mesi? Entrambi i genitori sono vaccinati con tre dosi e lei è risultata positiva al Covid-19. Quali sono le regole per la quarantena per la moglie sintomatica, per il marito e il figlio? Devono fare i tamponi? Quando possono uscire?Cominciamo dalla donna: in quanto positiva, ma vaccinata con tre dosi e asintomatica, la durata dell’autoisolamento è di una settimana. Dopo questo periodo è necessario sottoporsi a un test antigenico o molecolare per verificare se si sia negativizzata oppure no. In caso di tampone negativo, dovrà aspettare il certificato di fine isolamento dell’Asl. Il marito, anche lui vaccinato con tre dosi, dovrà rispettare un periodo di autosorveglianza: se resta nella stessa casa con la moglie, deve vivere in ambienti separati, utilizzando un bagno diverso, la cucina diversa e non toccare gli stessi oggetti. Se per motivi di spazio questo non è possibile, la moglie deve trasferirsi in un hotel Covid. Il marito, però, può uscire, andare al lavoro con mascherina FFp2 (fino al decimo giorno dall’ultimo contatto con la moglie positiva) e non deve fare la quarantena avendo la terza dose di vaccino. Se non compaiono sintomi non deve sottoporsi a un tampone per uscire dall’autosorveglianza. Il bambino invece, in quanto non vaccinato, dovrà rispettare 10 giorni di isolamento (lontano dalla mamma) al termine del quale dovrà effettuare un tampone molecolare o antigenico rapido per uscire dalla quarantena.