Contenuto riservato agli abbonati

Comacchio, lotta all’abbandono dei rifiuti: «Le multe sono raddoppiate»

Soddisfatto il sindaco Negri: «La strategia messa in campo sta funzionando». Fissato come prossimo obiettivo arrivare alla fine dell’anno con grandi numeri

COMACCHIO. La polizia locale presenta i numeri e il sindaco Pierluigi Negri porta a casa una bella soddisfazione. «Nel 2018 le multe per abbandono rifiuti sono state 42. Nel 2021 sono salite a 88: la lotta agli incivili è stata una nostra bandiera sin da inizio mandato e oggi, trascorso un anno completo di amministrazione, posso comunicarvi con orgoglio questi dati», ha detto.

A quanto pare gli investimenti effettuati per acquistare nuova strumentazione da dare in dotazione alla polizia locale hanno dato i loro frutti. «Le foto-trappole di ultima generazione, situate a rotazione nei punti più sensibili al fenomeno dell’abbandono, hanno dato risultati che neanche noi ci aspettavamo ed è proprio per questo che continueremo ad acquistarne altre senza dar tregua agli incivili». E sempre Negri fa presente che «durante il mese dicembre, quando tutte le nuove apparecchiature sono state messe a dimora, sono state inflitte 26 sanzioni: la metà di quelle fatte prima in un intero anno». E pi l’affondo: «Quando gli amici del Pd affermano che “la strada intrapresa finora non è quella giusta, bisogna cambiare al più presto” rispondo che per fortuna il cambiamento c’è già stato e che il percorso che stiamo seguendo, a quanto attestano i dati, funziona».


Poco più di un anno fa «sono stato eletto prendendomi l’impegno di ripristinare decoro e bellezza; spero che, davanti a questi dati, sia almeno in parte ripagata». Non bisogna però adagiarsi sugli allori, «difatti l’obiettivo che ci siamo fissati quest’anno è quello di raddoppiare i numeri del 2021. Avanti così, dalle parole ai fatti per garantire alla nostra comunità un luogo pulito e decoroso in cui vivere non dimenticando che ognuno di noi deve continuare fare la propria parte».



© RIPRODUZIONE RISERVATA