Contenuto riservato agli abbonati

Lastre pesanti sull’auto. Miracolata una donna

Il carico perso dal tir ha schiacciato il retro della Mercedes. La guidatrice ne è uscita senza ferite gravi ma sotto choc

SAN BIAGIO. Miracolata. Non può definirsi altrimenti una mamma quarantenne argentana scampata, davvero miracolosamente, a delle lastre pesantissime di ardesia scivolate dal cassone di un bilico. Lastre che praticamente sono piombate assieme al cassone sulla parte posteriore della Mercedes, alla cui guida c’era lei. La donna è stata comunque trasferita in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale di Argenta, da cui è stata dimessa dopo una serie di controlli che non hanno evidenziato problematiche gravi.

Tutto è successo ieri mattina verso le 8: all’apparenza l’inizio di una normale giornata per qualsiasi automobilista che va per la sua strada. Lo stesso pareva poter succedere, senza scossoni, alla mamma argentana che, una volta salita sulla Mercedes, era diretta verso Ravenna. Sulla rampa che conduce in località Ponte Bastia, la donna, in procinto o di voltare sul ponte che attraversa il fiume Reno o verso Filo-Longastrino, ha incrociato un tir che procedeva in senso contrario. Il camionista, nell’impostare la curva verso Argenta, per cause in corso d’accertamento da parte dei carabinieri della stazione di Argenta, inavvertitamente ha fatto sì che le sponde alte del cassone del camion si siano aperte all’improvviso come una scatoletta di tonno: il carico fatto di pesantissime lastre di ardesia sono piombate sia sulla parte posteriore della macchia sia sull’asfalto della statale Adriatica.


Sul posto immediatamente è sopraggiunta l’equipe del 118 per soccorrere la 40enne, tanto da trasportarla al pronto soccorso per gli accertamenti del caso. Mentre i carabinieri e la polizia locale, entrambi di Argenta, hanno provveduto non solamente a effettuare accurati rilievi, compresa la lettura del tachigrafo, ma anche a gestire in maniera organizzata l’intenso traffico. Per tutta la mattinata e fino a dopo pranzo, il traffico molto intenso in quel punto, visto il crocevia tra la statale 16 la provinciale 10 per Longastrino, ha comportato la formazione di code a causa dei lavori di recupero del camion e dell’auto da parte di tecnici con l’utilizzo di una autogru.



© RIPRODUZIONE RISERVATA