La vacanza? Adesso si può programmare anche dall’auto

Con uno smartphone o direttamente dalla consolle della vettura c’è la possibilità di gestire il viaggio in ogni suo aspetto



Viaggi a portata di smartphone? Perché no. Chi ama l’avanscoperta ormai considera l’aiuto delle App un must: ne sorgono di continuo, per ogni esigenza specifica, e nel tempo hanno saputo abbattere anche intermediari in carne e ossa, fornendo la maggior parte dei servizi gratuitamente.


Serve solo scaricare l’App appropriata e, a colpi di touch, trovare la formula per il proprio viaggio su misura. Indispensabile, giusto un po’ di buon senso. Riuscire in quella che prima poteva sembrare un’impresa, risulterà poi più facile a farsi che a dirsi.

Se siete già pronti a uscire dalla routine, in auto, e il percorso che vi attende è lungo o itinerante – in giro per l’italia – l’App da aggiungere sul cellulare potrebbe essere CaselloTypico: una selezione di circa 1.000 strutture dislocate tra 158 caselli del territorio nazionale, in un raggio di 10 km dall’autostrada, attende i buongustai al volante: quelli che del panino all’area di sosta non si accontentano. In pochi click, qui si possono programmare le tappe gourmet durante il tragitto, grazie alle proposte di ristoranti tipici regionali e di aziende produttrici di prodotti eno-gastronomici. Il tutto a lettura rigorosamente vocale. Un’ottima occasione per iniziare la propria vacanza sin da subito, dai territori attraversati.

Ovviamente se puntate a un vero e proprio viaggio “on the road”, nulla vieta di scorrere nella lista di Yescapa, l’innovativa piattaforma di camper “scambio” tra privati: i proprietari dei van in questo modo ammortizzano le spese annuali, chi prende in affitto il veicolo ha la possibilità di cimentarsi – senza grosse preparazioni di armi e bagagli – nel “campeggiamento” anche dall’altra parte d'Europa. Tra le proposte di alloggio, ad esempio, a Tenerife un Volkswagen Bulli Bay del 1972 dall’anima country viene proposto per poco più di 80 euro a notte: ricco di dettagli in legno, ma dotato anche di pannelli solari e di tavolo e sedie per pranzare o riposare all’aperto, sembra un mezzo perfetto per chi cerca un contatto continuo con la natura dell’isola. Esempio più attuale? Un Mercedes Benz Sprinter del 2001, a Bristol, nel Regno Unito: ogni spazio è stato studiato nei minimi dettagli e per questo al suo interno ha trovato posto pure un wc. La zona è vivacissima e tutta da vivere, prima di partire alla scoperta del resto del sud dell’Inghilterra: la Cornovaglia, con le splendide scogliere, è a due passi.

In tutto ciò, il mondo interattivo delle applicazioni non esclude certamente chi parte con il proprio amico a quattro zampe. Usando Virail, in realtà nato per trovare le soluzioni più convenienti per gli spostamenti – treno, pullman, carpooling – c’è anche tutto quello che bisogna sapere per muoversi con il proprio cane, dal necessaire ai documenti.

Le App non vi convicono ancora? Utilizzatele quando siete già in loco, e avete vitto e alloggio organizzato. Dal Politecnico di Torino, arriva Yamgu: un “programmatore di viaggio” dove è sufficiente inserire luogo e date della sosta per organizzare le attività della giornata al meglio, con meteo e orari. Un vero e proprio pianificatore della vacanza in grado di proporre intrattenimenti ma anche prenotare e pagare visite, teatri, musei e quanto altro offra la località scelta, evitando file ai botteghini e smarrimenti da info point. A quel punto ricorrere allo smartphone – le app nello specifico – non può che diventare che un arricchimento anche per gli scettici. —