Italrugby, come dare un senso a una (buona) sconfitta

Adesso il nostro rugby è di fronte a un bivio: accontentarsi di questo “saper stare” con le più brave o ripartire da qui e  andare oltre. Le lacrime e la rabbia di ieri, la sana incoscienza di alcuni debuttati di talento e le grandi prove dell’Under 20  danno seguito a ciò che ripete il ct Conor O’Shea da un po’ di tempo: «Lavoriamo sul lungo termine, non sul breve» 

Battuta di manzo con puntarelle marinate

Casa di Vita