Coronavirus, a Napoli un’altra manifestazione contro le chiusure

Organizzata dai commercianti del Vomero, con diverse centinaia di manifestanti

Dopo quella di venerdì, è in corso un’altra manifestazione a Napoli contro le chiusure anticipate previste dal Dpcm e il coprifuoco voluto dalla Regione Campania. Sono alcuni commercianti del quartiere Vomero, ma non solo, ad aver lanciato la manifestazione dal titolo "Due metri di dissenso, prima sostegno e poi lockdown" in corso nell'area pedonale di piazza Vanvitelli e via Scarlatti.

Diverse centinaia i manifestanti, molti dei quali hanno scandito cori contro il governatore della Campania Vincenzo De Luca e il coro "Libertà, libertà", già sentito durante la manifestazione di venerdì sera poi degenerata in disordini. I manifestanti espongono cartelli e scandiscono cori. "Quando la cura è peggiore del male, Portici si ribella contro il nuovo Dpcm", si legge in uno degli striscioni esposti. Alle 22.30, il corteo di via Scarlatti si unisce a quello proveniente da piazza Medaglie d’Oro. Le forze dell'ordine presidiano l'area. 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi