Pisa, a lezione di catastrofi. Ecco i manager delle emergenze

Al via alla Scuola Superiore Sant'Anna i nuovi corsi di studio sui temi di frontiera". Dai mutamenti della rappresentanza politica all'etica del cambiamento climatico, al management dell'innovazione dei beni comuni

ROMA. Sui banchi per imparare a gestire le emergenze. In un mondo globalizzato servono figure professionali in grado di affrontare turbinosi cambiamenti e scenari dall’imprevedibile evoluzione. Per questo la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa  ha istituito la “Seasonal School” per i nuovi corsi intensivi su temi "di frontiera". Dai mutamenti della rappresentanza politica all'etica del cambiamento climatico, al management dell'innovazione dei beni comuni, ecco il programma aggiornato per i primi mesi del 2022.

Mutamenti

Dall’analisi della corruzione nei contesti pubblici e privati, alle questioni etiche legate al cambiamento climatico, passando per il management dell’innovazione e dei beni comuni, l'analisi delle tecnologie post-raccolta per frutta e verdura, i mutamenti nel sistema della rappresentanza politica, fino alle sfide contemporanee del continente africano: con il 2022 si aprono le iscrizioni alle nuove Seasonal School, i corsi intensivi per studenti e studentesse universitarie e di dottorato di talento, provenienti da tutto il mondo, promossi dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Le Seasonal School sono dedicate a temi "di frontiera", con un'impostazione di carattere interdisciplinare. Le prossime Seasonal School, per le quale le iscrizioni sono già aperte, sono le seguenti: Trust – Transparency, Integrity and Anticorruption in a Public-private System” con iscrizioni fino al 28 gennaio (lezioni online dal 14 al 18 febbraio); “Eclire - The Ethics of Climate Change: Reshaping Responsibilities for Present and Future Generations” con iscrizioni fino al 23 gennaio (lezioni in presenza dal 21 al 25 febbraio); “Management of Innovation and Common Good”, con iscrizioni aperte fino al 31 gennaio (lezioni in presenza dal 28 febbraio al 4 marzo); “African Perspectives: Change, Conflicts, Connections” con iscrizioni fino al 10 febbraio (lezioni in presenza dal 7 all’11 marzo); “Advancements in Postharvest Technologies to Reduce Losses and Improve Nutritional and Functional Properties of Fruits and Vegetables" con iscrizioni fino al 14 febbraio (lezioni online dal 10 al 18 marzo); con iscrizioni fino al 14 febbraio “Insider - Innovazioni nel Sistema della Rappresentanza” (lezioni online dal 21 al 25 marzo).

Iscrizioni
Per iscriversi alle Seasonal School è necessario presentare gli stessi requisiti di merito richiesti alle allieve e agli allievi della Scuola Superiore Sant’Anna, ovvero essere in pari con gli esami e avere riportato una media non inferiore a 27/30, riferita all'ordinamento italiano. Confermate numerose agevolazioni e premialità. Riduzioni della quota di iscrizione sono previste in base al proprio ISEE. Alle tre o ai tre partecipanti che, al termine del corso, avranno conseguito la valutazione migliore sarà erogata una premialità pari a 450 euro finanziata dalla Fondazione “Il Talento all’Opera” e dalla Fondazione EY. Le studentesse e gli studenti delle università italiane e straniere convenzionate con la Scuola Superiore Sant’Anna per le “Seasonal School” hanno diritto a un posto riservato e alla tariffa agevolata del 10 per cento di sconto sul costo di iscrizione. Le università e gli enti istituzionali consorziati sono i seguenti: Università di Catania; Università della Tuscia; Università di Trento; Fondazione Onaosi; Università di Messina; Università di Macerata; Università di Camerino; Università della Calabria; Conferenza dei Collegi Universitari di Merito; Università di Palermo; Università Della Valle D'Aosta; Libera Università di Bolzano; Università Politecnica delle Marche, Università di Siena.

(fonte: La Stampa)