Covid, chiuso albergo “no vax” nel Padovano: il padre del titolare era alla reception positivo e senza mascherina

Denunciati entrambi per epidemia colposa. Nella struttura trovati anche quattro clienti senza Green Pass e due clandestini

Un albergo di Abano Terme (in provincia di Padova) è stato chiuso e i titolari denunciati per epidemia colposa, al termine di un “blitz” della polizia di Padova, che ha scoperto violazioni delle norme anti-Covid, oltre alla presenza di alcuni cittadini stranieri irregolari.

Al momento del controllo degli agenti era presente alla reception il padre del titolare, 84 anni, che - sprovvisto di mascherina – è poi risultato positivo al Coronavirus.

litz della polizia all’albergo Isolabella di Abano, di proprietà di un padovano del ‘70.

Alla reception era presente il padre del titolare, padovano del ’37, il quale era sprovvisto di mascherina e, successivamente, è stato accertato essere positivo al Covid-19.

Per quanto emerso, oltre alla sanzione amministrativa dovuta al mancato utilizzo della mascherina, nei confronti del figlio che gli aveva consentito di lavorare senza indossare i dispositivi di protezione, nonché a conoscenza della sua positività, è stata applicata la sanzione amministrativa della chiusura dell’attività per 5 giorni. Entrambi sono stati denunciati per epidemia colposa e multati per mancanza di Green Pass.

Nel corso del controllo delle 24 camere della struttura è emerso che quattro clienti erano sprovvisti di certificazione verde e per questo multati. Uno di essi non era stato registrato al portale alloggiati web della Questura. Infine, dall’identificazione dei clienti, 21 in tutto, due sono risultati irregolari sul territorio dello Stato e per questo denunciati ed espulsi. Uno di loro, cittadino tunisino, è stato accompagnato nella serata di ieri al Cpr di Bari. 

(fonte: La Stampa)