Nissan taglia 12.500 posti di lavoro

La compagni automobilistica giapponese ha registrato un crollo del 95% degli utili nel primo trimestre

TOKYO. La compagnia automobilistica giapponese Nissan ha annunciato il taglio di 12.500 posti e un crollo del 95% degli utili netti nel primo trimestre a 6,4 miliardi di yen (59 milioni di dollari), a causa della forte discesa delle vendite soprattutto negli Usa e in Europa. «Nissan ridurrà del 10% la sua capacità produttiva alla fine dell'esercizio 2022» annuncia la società, precisando che «in linea con l'ottimizzazione produttiva la compagnia ridurrà la sua forza lavoro di 12.500 unità».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi