La danza sportiva incanta Ferrara

Pala Hilton Pharma gremito per la settima edizione della manifestazione internazionale legata al trofeo Low Cost Easy

FERRARA. Ieri, al Pala Hilton Pharma, gremito per l’occasione, si è svolta la settima edizione del “Trofeo Low Cost Easy Dance”, manifestazione di danza sportiva ospitata sul parquet dell’impianto estense. L’evento anche quest’ anno è stato organizzato da Stefan Green e Adriana Sigona, capaci di portare a Ferrara autentici campioni della disciplina, che offre un valore aggiunto alla tradizione del ballo di coppia. Danza unita al turismo sportivo: poche le camere libere negli alberghi della città, grazie anche all’arrivo di numerosi appassionati nonché dei protagonisti sbarcati da diverse nazioni d’Europa.

«Si sono registrate 280 coppie - dice Stefan Green -; così quasi 600 atleti hanno calcato il parquet del Pala Hilton Pharma, con circa 100 coppie provenienti da 13 nazioni differenti che hanno ballato il primo turno nella categoria più importante. Fino dalla tarda mattinata avevamo gli spalti praticamente pieni, per cui il primo bilancio è del tutto positivo. L’atmosfera è molto bella e tutti i giudici stranieri ci hanno fatto i complimenti, anche perché si sono divertiti molto grazie al calore del folto pubblico presente. Sono assolutamente soddisfatto della bella riuscita dell’evento, grazie anche al supporto di chi gestisce il palasport, che è stato molto disponibile. In più, Ferrara ci ha dato il supporto giusto. Siamo contenti».

«Anch’io sono molto contenta - conferma Adriana Sigona -: le coppie di alto livello che hanno ballato sono restate soddisfatte dell’atmosfera. Bello l’arrivo di circa 100 bambini, con i quali facciamo un progetto di danza sportiva, con il quale insegniamo a scuola questa disciplina sportiva; loro sono venuti per avere un autografo dalle sei coppie campioni del mondo, che potranno autografare una bandierina da donare ai bambini, che non hanno mai visto la danza sportiva a così alti livelli».

Contate di organizzare a Ferrara per la terza volta una futura edizione della manifestazione? «Contiamo sul supporto della città di Ferrara, penso che questa sia una manifestazione che debba assolutamente continuare. Il primo anno è stato un esperimento che ha avuto successo, quest’anno abbiamo visto un netto aumento di tutto, del pubblico, delle coppie e dell’atmosfera in generale, ciò significa che questo evento ci deve essere anche l’anno prossimo». Danza e turismo sportivo... «Anche i gestori degli stand sono molto contenti - dice la Sigona - e riescono a lavorare molto bene; avere risposto alle loro aspettative è davvero importante. Già la sera prima della manifestazione non c’erano camere d’albergo libere a Ferrara, ciò significa che puntiamo moltissimo sull’aspetto turistico: Ferrara è una bellissima città, ci teniamo a organizzare l’evento in occasione di giornate festive, in maniera tale che la gente possa venire, pernottare, assaggiare i prodotti tipici ferraresi. Danza, ma anche turismo sportivo».

Lorenzo Montanari