Sciopero revocato: la Curva Ovest ha deciso di tifare

Lo striscione “non camminerai mai sola” in bella evidenza quando non c’erano i banner led per la pubblicità

Diplomazie al lavoro: raggiunto un compromesso.  Garanzie per lo striscione “Non camminerai mai sola”

FERRARA. Youll’ never walk alone... In salsa ferrarese è lo striscione della discordia, quello unico e sacro. Che rappresenta il cuore vero e profondo della curva spallina. I led pubblicitari, uniti alla ristrutturazione del Mazza, ne rendevano impossibile la vista. L’esposizione. La Curva Ovest s’era ribellata, venerdì 25 agosto. Con toni forti e annuncio: sciopero del tifo. Oggi (26 agosto) nel tardo pomeriggio, le diplomazie e la ragionevolezza hanno avuto la meglio. Stasera si tiferà. Eccome. Forte e chiaro. È la prima della Spal al Mazza in A dopo 49 anni, c’erano entusiasmo e senso della festa. Le frasi, in alcuni concetti taglienti, usate dalla Curva avevano spaccato la tifoseria; adesso tutto rientra ed è, francamente, una buona cosa. L’annuncio, ovviamente rigorosamente social, è della stessa Curva Ovest.

“Nella giornata di oggi (sabato) abbiamo ricevuto le dovute garanzie da società e proprietà che entro la prossima partita in casa il problema del posizionamento dello striscione “Non camminerai mai sola” sarà risolto. Garanzie che nei giorni scorsi non erano arrivate e che ci avevano spinto a prendere una posizione dura e decisa e soprattutto molto sofferta, perché i primi a volere il tifo sugli spalti siamo noi! Noi che da sempre lo organizziamo e che ci facciamo in quattro da decenni affinché possiate godere tutti dello spettacolo della Ovest!


Ora che queste garanzie sono arrivate è con grande piacere che torneremo a fare quello che ci riesce meglio: tifare dal primo all'ultimo minuto e oltre per sostenere la nostra squadra e i nostri colori. Lo striscione “Non camminerai mai sola”, per questa partita, sarà appeso alla ringhiera e rivolto verso la curva per ricordare a tutti la nostra identità e l'amore per i nostri colori. La coreografia prevista verrà sospesa fino a quando lo striscione tornerà nella sua naturale collocazione perché non potremmo tollerare di vedere in tutta Italia immagini della nostra curva e dei nostri colori incorniciati da sponsor e con l'assenza forzata del nostro vessillo.

Raccomandiamo alla società, al fine di mantenere il rapporto positivo instaurato fino a questo momento, di informarci preventivamente sulle questioni che riguardano i tifosi in modo da evitare spiacevoli e tardivi rattoppi agli errori commessi come accaduto in questa occasione”.