Centese in trionfo alla Quarto Tempo Cup

La sorpresa per l'ex campione Galuppi

La neopromossa supera Junior Finale e Casumaro nel triangolare benefico 

CASUMARO. La Centese 1913 non smette di sorridere e se il buongiorno si vede dal mattino (dalla sera) la prossima avventura in Seconda categoria sarà entusiasmante. I ragazzi di mister Del Toro hanno dimostrato la propria forza nella 9ª edizione della Quarto Tempo Cup, triangolare benefico disputato per la prima volta a Casumaro. La Centese ha aperto la serata dominando lo Junior Finale, sconfitto 2-0 con doppietta di Okba. Più sofferta la vittoria del Casumaro sui finalesi, 1-0 con rete di Roncarati. Infine, nel match decisivo, la Centese ha battuto di misura i cugini rossoblù con la rete di Perpoli, anche se i ragazzi allenati da Pera (che militano in Prima categoria) hanno sprecato alcune occasioni incredibili.

La Centese campione


Al termine inevitabile l’euforia in casa Centese, basti pensare che nello stand del campo sportivo a rappresentare la dirigenza biancazzurra c’erano una quindicina di persone, dimostrazione di solidità e voglia sempre più rari nel calcio dilettantistico di oggi. Festa nella festa la presenza di Gian Paolo Galuppi, 74enne ex calciatore professionista centese (storiche le reti sue e dell’altro centese Vitali che permisero al Vicenza di superare l’Inter 2-1 in serie A), omaggiato da una foto del 1965, in cui un giovane Galuppi era in campo a Scortichino nella prima edizione dello storico torneo in notturna.

Braiati premia la Centese


Unica nota dolente l’incasso devoluto in beneficenza all’Anmic (Associazione mutilati invalidi civili di Ferrara, presidente Carlos Dana), inferiore al numero di spettatori presenti a Casumaro: quando si tratta di un evento di solidarietà tutti dovrebbero dare il proprio contributo, a prescindere dal fatto che si è pure assistito a un bel triangolare.

Gatti con Dana dell'Anmic


Assieme ai componenti del Quarto Tempo (segretario Pier Antonio Gatti), associazione che organizza il torneo, erano presenti anche molti dirigenti federali, in primis il presidente del Crer, Paolo Braiati, che ha premiato la Centese vincitrice assieme ai titolari del ristorante Da Cimpi di Scortichino, sede del Quarto Tempo. Alberto Malaguti, delegato federale del calcio femminile, ha consegnato l’attestato di partecipazione agli arbitri. Arduino Cavallini dell’omonimo studio fisioterapico ha premiato Giberti del Casumaro, miglior giocatore del triangolare.

Cavallini premia il miglior giocatore Giberti (Casumaro)