E alla Pandurera fra urla e cori scoppia la festa

Avvio di serata timido davanti al maxischermo Poi l’ambiente si scalda fino a esplodere

Alla Pandurera tra urla e cori scoppia la festa

CENTO. Pochi biglietti a disposizione? Nessun problema, maxischermo alla Pandurera per soffrire tutti assieme. Oltre ai 130 fortunati che si sono accaparrati il biglietto per assistere al match della Baltur dal vivo a Firenze, cui si è aggiunto un altro centinaio con il biglietto già in tasca, ieri sera altre 200 persone hanno seguito la diretta di gara 3 di finale playoff sul canale Youtube della Lega alla Pandurera, dov’è stato appunto allestito un maxi schermo. Un modo per riunire anche chi non ha potuto assistere all’evento in terra toscana. In tanti con la maglietta biancorossa dell’evento, pronti a esultare ai canestri di Vico e compagni.

Baltur espugna Firenze in gara 3 di finale playoff

Uno spettacolo inedito per la Pandurera, reso possibile grazie alla Benedetto XIV e al Comune di Cento, per favorire la città nella visione di questa serie finale, in quella che poteva essere l’occasione, per la squadra di coach Benedetto, di approdare alla final four di Montecatini al primo match ball. Chiaro che il pubblico più caloroso della Baltur fosse a Firenze, il clima un po’ da cinema ha contagiato io presenti alla Pandurera. Ma si è ugualmente tifato e sofferto a distanza, almeno per tutto il primo tempo, quando il match è rimasto in equilibrio. Animi più reattivi all’inizio della ripresa, grazie all’accelerazione dei biancorossi, finalmente al comando del match, anche se con scarti non ancora decisivi. Quando la Baltur arriva a staccare Firenze di 10 (48-58) a fine terzo quarto, però, partono anche i cori e la Pandurera si anima, fino al tripudio finale.

Simone Gagliardi