L’Argentana a caccia del colpo sul terreno della capolista

Ad Alfonsine ai granata serve l’impresa. Anche il Sant’Agostino in viaggio La Copparese senza capitan Franceschini prova a rimanere sul podio

FERRARA

Il comandante di un popolo evoluto e bellicoso, di fronte a un esercito romano, con tanti legionari feroci che digrignavano i denti e affilavano le spade, disse nobilmente al comandante romano: «Se siete Dei non vi temiamo, perché non vi abbiamo offesi. Se siete uomini, fatevi avanti: troverete uomini pari a voi». Beh, a dire la verità, vinsero i romani.


QUI ARGENTA

L’Argentana va al “Brigata Cremona” di Alfonsine. Su due piedi non ha più possibilità di chi venne spazzato via dalle legioni, ma nessuno intende cedere: «Lo sappiamo – ci dice mister Rambaldi –, incontriamo la prima della classe e ha pure tanti punti, quindi un ruolino di marcia importante. Noi sappiamo d’incontrare una squadra forte, ma, allo stesso tempo, sappiamo di essere fisicamente e mentalmente pronti. Però veniamo da una sconfitta interna e non ci possiamo permettere di giocare senza pensare al risultato. Andiamo a casa della prima, ma siamo intenzionati a portare via qualcosa: non ci sentiamo battuti. Loro sono una squadra con uomini di valore, da Salomone a Innocenti e Beroni, o, per i più giovani, Santucci e Sardo. Io, però, ci credo: loro possono vincere il campionato, ma per vincere questa gara dovranno sudarsela fino alla fine».

Granata senza Di Domenico e Protti, in dubbio Alberi e Albonetti. Dirige Baiocchi di Rimini.

QUI SANT’AGOSTINO

«Veniamo – ci dice il tecnico Ghedini – da tre vittorie consecutive. Nelle ultime gare, e non solo in quelle, ho visto una squadra in crescita. Quello con il Progresso è un impegno tosto, molto: in classifica è dietro di noi, ma potrebbe tranquillamente essere tra le prime della classe, e ritroviamo diversi ragazzi che abbiamo avuto qui a Sant’Agostino. Sarà una patita stimolante. L’affronteremo con qualche assenza, ma sono tranquillo».

Pallara e Giuriola sono squalificati, Vinci e Balboni indisponibili, l’ex Trombetta in dubbio. Arbitra Sintoni di Faenza.

QUI COPPARO

Reduce dalla partita di Cattolica, con i tifosi romagnoli che hanno invaso il campo, creando una condizione piuttosto difficile, la Copparese ha pagato con una squalifica di due giornate per il capitano Franceschini: «Quando me l’hanno detto – ci dice mister Baiesi – credevo mi stessero prendendo in giro. Senza Franceschini cambia molto a livello di organizzazione e atteggiamento, ma vedremo di dare comunque il massimo. Il Diegaro è una squadra solida e pericolosa. Non dobbiamo sbagliare».

Oltre a Franceschini, assenti Mirontsev, Maione e Maghini. Per i romagnoli out il difensore Varrella. Fischia Cavallo di Bologna. —

Alessandro Bassi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI