Il Sant’Agostino paga cara l’assenza di bomber Giuriola E ora il calendario non aiuta

SANT’AGOSTINODue settimane avevamo avvisato i tifosi del Sant’Agostino, spiegando che il mese di novembre ci avrebbe fatto capire quali sarebbero state le reali ambizioni dei ramarri nel girone B d’Ec...

SANT’AGOSTINO

Due settimane avevamo avvisato i tifosi del Sant’Agostino, spiegando che il mese di novembre ci avrebbe fatto capire quali sarebbero state le reali ambizioni dei ramarri nel girone B d’Eccellenza. C’era la possibilità di dare seguito a un tris di vittorie che aveva proiettato la squadra del presidente Bruno Lenzi in una posizione di classifica invidiabile. Le prime due sfide del mese hanno fornito, per svariati motivi, segnali che contrastano con l’immagine di un Sant’Agostino vincente.


La sconfitta contro il Progresso di Davide Marchini è bruciata ai ramarri per com’è arrivata, all’ultimo secondo per una grave ingenuità difensiva. L’ultimo ribaltone in casa al cospetto del Medicina Fossatone, invece, è stato causato da un inizio di partita al rallentatore, quasi come se Iazzetta e compagni fossero rimasti con la testa a Castel Maggiore.

Questo Sant’Agostino rimane in una posizione che non presuppone grossi rischi, tuttavia le prime sei della classe hanno scavato un solco di quattro punti sui ramarri, che sono in testa alla classifica delle “altre” formazioni. Vi sono tante concause, ma quella che secondo noi pesa più di tutte è forse l’assenza di Davide Giuriola, squalificato per due giornate dopo la vittoria contro il Riccione. Senza di lui si è inceppato un attacco a secco per 180 minuti, un reparto che fino alla fine di ottobre era il più prolifico. Difficilmente a questi livelli un giocatore è in grado di spostare gli equilibri così tanto, e i fattori da valutare sono anche altri; tuttavia è inevitabile guardare al prossimo rientro del numero 10 ferrarese per far tornare il sorriso a Sant’Agostino.

Il calendario è comunque tiranno, perché la squadra di mister Ghedini è attesa dalla difficile trasferta in casa di una forte Marignanese, prima di ospitare la capolista Alfonsine del Re Salomone, squadra lanciatissima. Fare punti non sarà facile, però i ramarri hanno dimostrato che, se scendono in campo con la giusta attitudine e compattezza, possono far male a chiunque. Però, non bisogna snaturare il proprio gioco nonostante le assenze. —

Alessandro Ferri

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI