Spal, l'invito della Curva Ovest: dal Mazza la forza per battere l’Empoli

L’appello agli sportivi: sabato ogni tifoso si presenti con una bandiera. «Spingiamo la squadra ad una fondamentale vittoria»



Con l’Inter c’era stato il pienone. Ma quella con l’Empoli, sabato, sarà una gara molto più importante. Non arriviamo a definirla la madre di tutte le partite (non esageriamo, eh...) però non c’è dubbio che in questo momento, nell’economia del campionato della Spal, sarà IL confronto. Vedremo dunque come risponderà il “Paolo Mazza”, in termini di affluenza come di calore.


l’appello

A non avere dubbi, sul significato del match e sulla risposta che dovrà dare il popolo biancazzurro, è la Curva Ovest. Di ieri il messaggio, l’appello, lanciato da chi simbolicamente indossa la maglia numero 12 della Spal: riempire lo stadio, e colorarlo con i propri vessilli. La Ovest chiama a raccolta l’intera tifoseria spallina, invitando tutti gli sportivi a «presentarsi allo stadio con una bandiera biancazzurra di qualsiasi dimensione». Evidente il motivo: «Per colorare il più possibile il Paolo Mazza e spingere la Spal ad una fondamentale vittoria».

Il calcio è della gente e dei giocatori, le due componenti più esaltanti. Se togli la passione togli tutto. La gente, oltretutto, non la inganni, e la gente - una volta di più - ha capito perfettamente il momento, il significato del confronto diretto con l’Empoli. Basilare in chiave salvezza: 13 punti la Spal, 12 i toscani. Sabato deve tornare a valere, a incidere, a risolvere, il fattore campo. Da troppo tempo la squadra di mister Semplici non festeggia davanti al proprio pubblico: il 17 settembre, giorno dell’affermazione sull’Atalanta, è lontano. Dopo, l’arena di corso Piave è diventata terreno di conquista. Altrui. Gli ospiti hanno raccolto 11 punti (3 a testa Sassuolo, Inter e Frosinone, 1 il Cagliari), lasciando alla Spal solo 1 dei 12 punti complessivi che erano in palio. Troppo poco per chi punta alla salvezza e dovrebbe - deve - fare del proprio fortino una fondamentale risorsa in tal senso.

prevendita a 1.779

Ecco, è il momento di invertire la tendenza. Sabato serve la vittoria. Da cercare con serenità ma anche altrettanta determinazione. Un blocco unico: la Spal ed i suoi tifosi. Il “Mazza” dovrà essere un pentolone ribollente di carica trascinante. Gli empolesi saranno una macchiolina sperduta in quell’angolo di Est. Tutto il resto dello stadio sarà votato ad una causa sola: quella spallina. La prevendita ieri sera parlava di 1.779 biglietti (solo 64 ospiti) già acquistati dai tifosi biancazzurri. E davanti ci sono ancora tre giorni pieni, più quello della partita (inizio alle 15). Sarebbe importante alzare di parecchio la quota. —