Semplici: «Peccato, eravamo pronti per i supplementari»