Donegà protagonista sui tondini europei: a Brema è secondo

Il portacolori bondenese competitivo col partner Ferronato. In Olanda si batte con i primi, in Germania finisce sul podio

BONDENO. Inizio di 2019 ricco di soddisfazioni per Matteo Donegà, che in un momento della stagione in cui il ciclismo su strada vive una fase di relativa tranquillità, si è concentrato sulla pista per portare avanti la preparazione invernale e per incamerare i primi risultati di quella che deve vuole essere una grande annata. L’atleta di Bondeno, in coppia con il vicentino Filippo Ferronato, compagno di squadra al Cycling Team Friuli, ha gareggiato nella categoria Under 23 in due importanti manifestazioni su pista che si sono svolte nel nord Europa: la Sei Giorni di Rotterdam e la Sei Giorni di Brema.

La kermesse

Nella kermesse svoltasi nel velodromo olandese, la coppia Donegà-Ferronato ha colto un ottavo posto complessivo al termine delle sei giornate di gara. Dopo un avvio in sordina, le prestazioni del team italiano sono progressivamente migliorate fino a raggiungere il gradino più alto del podio nell’Americana dell’ultima serata.

Ben diverso è stato invece l’impatto degli azzurri sul tondino tedesco: la competizione riservata agli Under 23 della Sei Giorni di Brema si è articolata solamente in due giorni, domenica 13 e lunedì 14 gennaio ed ha visto il team del Cycling Friuli piazzarsi al secondo posto finale, alle spalle dei tedeschi Elias Richter e Max Gehrmann e davanti ai danesi Andreas Fynbo e Martin Mollerup. Subito protagonisti con la piazza d’onore nell’Americana che ha aperto la competizione, Donegà e Ferronato hanno poi lottato ad armi pari con i migliori avversari del continente, dovendosi inchinare solamente nell’ultima prova alla coppia tedesca.

La preparazione

Più che positivo quindi questo inizio di stagione per Matteo Donegà, che ora può focalizzarsi sulla preparazione in vista del debutto su strada in programma nella seconda parte di febbraio, dove vestirà, per il terzo anno consecutivo, la maglia del Cycling Team Friuli. Non sarà però una stagione uguali alle precedenti, poiché la formazione bianco-nera ha ottenuto dall’Unione Ciclistica Internazionale la licenza Continental, che gli permetterà di poter partecipare a tante competizioni con i team professionistici. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.