Spal, Semplici sorride: continuiamo nella nostra crescita

Il tecnico e il neoacquisto Di Francesco subito in campo: ha più caratteristiche da attaccante 

VALLES (BZ). È un mister Leonardo Semplici soddisfatto quello che si presenta davanti ai cronisti dopo il bel successo contro la Feralpi Salò. . «La preparazione prosegue nel migliore dei modi – dice il mister biancazzurro - e pure oggi abbiamo fatto una buona gara, così proseguiamo il nostro lavoro di avvicinamento a quello che sarà il nostro obiettivo. Sono contento della crescita dei ragazzi, come del resto dell’approdo di Di Francesco cui, pur avendo fatto con noi solamente mezzo allenamento, ho dato subito spazio: il ragazzo entrerà piano piano nella migliore condizione, ma soprattutto nella conoscenza di quello che sarà il suo ruolo da interpretare nella Spal, siamo fiduciosi per quello che è il prosieguo».

Il suo ruolo sarà il quinto a destra come è stato usato contro la Feralpi Salò? «Direi più da attaccante, ha caratteristiche differenti dai giocatori che avevamo in passato, vedremo di far sì che possa mettere in mostra le sue caratteristiche soprattutto negli ultimi cinquanta metri del campo, cercando di salvaguardare qualcosa all’indietro, anche se già ha dimostrato di poterlo fare. Bisognerà sfruttare le sue qualità nell’uno contro uno, come del resto nel puntare l’uomo e magari di fare pure qualche gol. Bonifazi? Anzitutto dovrà uscire qualche altro giocatore per cercare di andare poi a rafforzare la rosa a mia disposizione, la società sa quello che deve fare, il direttore Davide Vagnati sta lavorando per questo, mancano ancora diversi giocatori, però i ragazzi stanno rispondendo bene, stanno lavorando con grande dedizione ed attenzione, questo mi fa ben sperare per il futuro della preparazione».


Abbiamo visto un Valdifiori in crescita. «Confermo, devo fargli i miei complimenti, anche perché si è presentato molto bene, contro la Feralpi Salò volevo vederlo dal primo minuto, ha fatto discretamente e quindi mi auguro che in stagione ci possa dare una mano molto importante».

Potrebbe restare quindi? «Questo lo vedremo assieme alla società, è un giocatore che già l’anno passato abbiamo voluto, in alcuni momenti non abbiamo sfruttato le sue qualità, in altri lui non era così pronto, ma resta un giocatore valido, cercheremo, se resterà, di impiegarlo al meglio». —

Lorenzo Montanari

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi