Semplici: «La Spal ha offerto un’ora di gran calcio»

Il tecnico: peccato andare al riposo con un solo gol di scarto, gli avversari hanno fatto valere la differenza di qualità

FERRARA. Anche stavolta mister Leo Semplici era stato capace di imbrigliare l’Atalanta del collega Gasperini, uscita alla distanza nell’incontro soltanto grazie alla maggior qualità presente in rosa e ad alcuni singoli calciatori risultati assolutamente decisivi.. Il tecnico toscano, ha così analizzato quanto visto fare dai suoi ragazzi nei novanta minuti della prima uscita stagionale:

«Sono rimasto sorpreso in maniera positiva dalla mia squadra. Devo far i complimenti ai ragazzi perché hanno offerto un’ora di calcio con grande intensità, con tanta voglia e con tanta determinazione mettendo in difficoltà una squadra sicuramente forte. Siamo riusciti - continua il mister - a passare in vantaggio, abbiamo raddoppiato, abbiamo subito il 2-1 su una delle poche nostre indecisioni e poi purtroppo abbiamo fallito il 3-1 con Valoti. Andare a riposo con solo un gol di scarto è stato un peccato. Alla lunga - prosegue Semplici - è uscita la differenza di qualità, Muriel ci ha messo del suo con due giocate super. Purtroppo siamo usciti sconfitti da questo primo esame, ma la squadra ha interpretato bene la partita nonostante la differenza di esperienza e di qualità«.


Questa la ricetta dell’allenatore toscano:

«Dobbiamo lavorare sempre a testa bassa con la giusta mentalità, migliorare sotto più punti di vista, ma ho visto una buona Spal. La prestazione di Igor? Ha fatto una bella partita, in un ruolo che non aveva mai fatto. Si è fatto trovare pronto. È un ragazzo di prospettiva, con fisicità e personalità. Possiamo assolutamente contare su di lui anche se alla lunga forse quello di stasera (ieri, ndr) non sarà il suo ruolo durante l’anno».

E ancora sulla partita: «L’Atalanta è stata brava ad aggredirci e magari nel secondo tempo abbiamo avuto un po’ di timore nel secondo tempo a giocar la palla prediligendo il lancio e in quel modo, snaturandoci un pochino, ci hanno controllati in maniera più agevole».

Questa, invece, l’analisi del tecnico ospite:

«Non volevamo scoprirci subito - commenta il “Gasp” - invece loro hanno fatto subito due gol sfruttando venti nostri brutti minuti dietro. Quando abbiamo poi trovato la rete del 2-1 tutto è cambiato. A parte le due reti, a mio avviso la Spal a differenza del solito, non ha creato poi moltissimo. Sta di fatto che con i nostri ex fa sempre qualcosa di buono (ride, ndr). Muriel? Beh, a differenza dell'anno scorso, abbiamo la possibilità di inserire giocatori come lui». —

Alessio Duatti

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.