Il basket premia i campioni Leka: «Serve passione»

Il movimento cestistico provinciale ha messo in mostra le sue eccellenze L’assessore Maggi: «Ora inizieremo a pensare alla situazione impianti»

FERRARA. È stata serata di galà al Coni Point, con l’appuntamento per le premiazioni delle società e degli allenatori, atleti e dirigenti che si sono distinti nel corso della stagione 2018/2019. Sala piena per il saluto di Stefano Tedeschi, che il 26 ottobre lascerà la Fip regionale, divenendo il neo numero uno del Cia (comitato italiano arbitri). «Devo dire che sono stati sette anni pieni di ricordi – dice -, belli ma allo stesso tempo impegnativi».

Tedeschi ha elogiato il lavoro che Ferrara e provincia hanno fatto e stanno facendo per il basket, grazie anche all’opera di tessitura di Giorgio Bianchi, delegato provinciale della Fip.


il ricordo

Proprio Bianchi ha ricordato Mario Seravalli e Lorenzo Facchini, recentemente scomparsi, che per la palla a spicchi hanno fatto moltissimo. Graditissimo ritorno, poi, quello del commentatore Rai Stefano Michelini. Dopo di che, alcuni cenni dell’attività svolta l’anno passato, con importanti parole rivolte al coach del Kleb Spiro Leka. Bianchi ha elogiato il passaggio della Cestistica Argenta in C Silver, complimentandosi poi con i dirigenti della Pallacanestro Vigarano e con le giocatrici giovani Giulia Natali, Silvia Nativi e Caterina Gilli, al top del firmamento della palla a spicchi tutta al femminile.

il plauso

Importanti parole per l’Under 20 della Vis 2008, che si è brillantemente laureata campione regionale di categoria. Menzione speciale per la Scuola Basket e per Stefano Cazzanti, «bravo ad intraprendere con grande entusiasmo ed abnegazione - sono parole di Bianchi - l’attività del Baskin».

E poi, sotto con i premi individuali a coach Spiro Leka, Valerio Mazzola (a ritirarlo il padre Carlo), Michele Ebeling (per quanto fatto in estate con l’Italia Under 20 agli Europei in Israele), Caterina Gilli, Silvia Nativi e Giulia Natali (per i successi con Vigarano e non solo). Pergamena speciale per Ciano Farinella, factotum dell’MF Palace, legatissimo all’intero movimento cestistico.

La bella serata si è chiusa con la targa speciale a Stefano Tedeschi, consegnata personalmente da Giorgio Bianchi. Al Coni Point l’amministrazione comunale era rappresentata dall’assessore allo sport Andrea Maggi. «Vengo con piacere a serate come queste – le sue parole -, anche perché voglio testimoniare l’interesse della nuova amministrazione comunale verso il basket di casa nostra. A Ferrara mancano impianti, dico che, essendo pure assessori ai lavori pubblici, questi devono aiutare lo sport: da novembre cominceremo a pensare nel medio termine».

padrona di casa

Luciana Pareschi è la padrona di casa. «Il mondo del basket, dove ho molti amici, mi affascina: dico di mettere passione in quello che facciamo, senza di questa non si fa niente. Ai giovani dico di sognare e volare alto».

Chiusura con coach Spiro Leka, tecnico della Feli Pharma. «Sono davvero orgoglioso di fare parte della vostra comunità: sono arrivato a fine gennaio e non conoscevo nessuno, adesso è tutto differente. La parola chiave è passione, i giovani per la città devono rappresentare un enorme patrimonio». —

Lorenzo Montanari

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI