Una Spal ispirata prepara l’operazione Casteddu Settebello alla Primavera

Ieri partitella al Centro vinta 7-0 con tripletta di Paloschi e doppietta di Petagna Completano lo score Valoti e Sala. Semplici prova il 4-4-2 e rispolvera Salamon



Una squadra inutilizzabile, un’amichevole per far tenere il ritmo ai “sopravvissuti”. Sosta del campionato, Spal che gioca con la Primavera iniziando la tappa di avvicinamento alla delicata partita di domenica 20 a Cagliari (ore 15). Appuntamento ieri pomeriggio al Centro di via Copparo e finale settebellezze con gran rete di Petagna che mette il timbro al 7-0 con cui la prima squadra di Semplici piega i baby di Fiasconi. Il bomber infila all’incrocio al minuto quaranta della ripresa e la partitella finisce. Una quarantina di minuti nella prima frazione, altrettanti dopo una breve sosta. Ritmi accettabili in avvio, poi tutto a scemare quando anche il sole fa l’occhiolino al tramonto. Tripletta e due assist di Paloschi, doppietta Petagna. Completano lo score Valoti con uno dei suoi soliti inserimenti centrali e Sala con una virata in area.


il modulo

Mister Semplici, approfittando dei ranghi assai ridotti, opta per sperimentare il 4-4-2. Così Letica difende la porta (Demba fa invece l’estremo con la Primavera), la linea a “quattro” è formata da Sala, Tomovic, Salamon (nella ripresa rilevato da Cannistrà) e Igor. A centrocampo Murgia, Valdifiori, Valoti e Missiroli. Davanti la coppia Petagna-Paloschi. Altro, Mister Easy non aveva. Cinque sono impegnati in Nazionale per le qualificazioni a Euro 2020 e tre giocheranno oggi: Cionek e Reca con la Polonia che sfiderà la Macedonia, Kurtic con la Slovenia che attende l’Austria. Domani, invece, Berisha è con l’Albania contro la Moldovia. Venerdì albanesi piegati 1-0 al 92’ in Turchia ed estremo spallino in panca. È invece entrato al 67’ Jankovic nello 0-0 tra Montenegro e Bulgaria. Domani montenegrini in Kosovo.

Tre sono invece gli spallini infortunati: due lungodegenti (Fares e D’Alessandro) e uno in fase di recupero (Di Francesco) ma difficilmente in pista per il decollo in Sardegna. E quattro, ieri, hanno svolto lavoro differenziato: Felipe (leggera influenza), Vicari, Moncini e Strefezza. Infine, Floccari è stato schierato con la Primavera ed ha giocato un’oretta.

movimenti

Prima parte sciolta da parte dei senior. Palleggio e fraseggio. Igor che si adatta nella linea a “quattro” e spinge con cognizione di causa. Bravo con letture attente e sovrapposizioni efficaci Sala, che appena ritroverà una condizione atletica accettabile potrà dare una mano consistente. In mezzo Tomovic è professore ben poco sollecitato dai giovani biancazzurri. Per l’occasione rispolverato Salamon: gioca un tempo, poi lascia spazio a Cannistrà. In mezzo Valdifiori dirige l’orchestra con personalità, gli altri tre si muovono e cambiano lato non dando mai un punto di riferimento: Missiroli parte a destra e termina la frazione a sinistra. Murgia fa l’opposto. Valoti si butta negli spazi. Sulle verticalizzazioni Paloschi è implacabile e segna, poi duetta con un Petagna che porta palla e spara. Primo tempo sul 4-0.

La ripartenza è più “scialla”, rilassata. Petagna abbandona l’area e accorcia spesso a centrocampo. Igor e Sala stanno sempre larghi, la difesa non è mai sollecitata. In rete Sala, Paloschi e Petagna. Una buona sgambata. Ora operazione Casteddu. —