La mano in lunetta non trema e la Tramec fa suo l’overtime

Chieti agguanta il supplementare con un 7-0, a Cento si strozza l’urlo in gola. Poi biancorossi glaciali ai liberi (Leonzio 10/10) e arriva il primato in classifica

SAN LAZZARO (BO). Partita di altissimo livello. È serie B ma di qualità importante. La Tramec batte Chieti dopo un supplementare al termine di un match girato solo nell’ultimo periodo in cui è emersa la solidità di squadra. . Meglio la difesa dell’attacco, ma contro un avversario importante, esperta e abile a mescolare le carte. Costante e risicato vantaggio ospite per 35’, poi Tramec con l’urlo strozzato in gola prima di un supplementare da 18 punti segnati.

La cronaca.  Si parte subito con Rossi in palla, segna i primi quattro punti. La battaglia con Ponziani è bellissima, rimbalzi offensivi da una parte e dall’altra; 6-6 al 2’. Moreno e Ranuzzi la mettono sulla velocità, 10-6 al 3’. Fallucca spreca la palla del +6 e Sanna punisce dal perimetro, 12-12 al 6’. Ponziani è in partita, si fischia molto, la partita prende una certa piega con Chieti che difende a zona: la Tramec pur facendo circolare bene palla tira con percentuali rivedibili. Sul finire del primo parziale Ruggiero entra nella partita: segna da tre e i suoi vanno al riposo avanti.


Si vede anche l’ex Ba che non incide più di tanto, per lui 4 falli in poco più di 5’. Sarà stata l’emozione. Chieti prende due possessi di vantaggio con altro siluro di Ruggiero, finalmente Moreno da tre punti aggiusta la mira e la Tramec è ancora lì, 22-25 al 13’. Meluzzi e Sanna costruiscono, sale in cattedra Rezzano vicino a canestro, 30-35 al 17’. L’attacco di Cento alla zona non è così fluido, la palla circola più che altro tra gli esterni. Ranuzzi da tre dà ossigeno ma tirando male dal perimetro la Tramec rischia di perdere contatto. Con Rossi in panca, Morici dà energia sotto e limita Rezzano: 32-37 all’intervallo lungo.

Leonzio e Rossi premono sul gas e impattano sul 38-38. Sanna è preciso dal perimetro e assieme a Ruggiero, chirurgico, riporta Chieti un vantaggio 40-45. La partita si fa di grande intensità, un dettaglio può fare la differenza. Non si segna per tre minuti: 42-48 con l’ennesimo piazzato di Sanna. Moreno suona la carica, in avvio di quarto periodo segna da tre e appoggia al tabellone dopo aver recuperato in difesa. Segue un gioco da tre punti di Rossi: sorpasso 54-52. L’inerzia è girata. Vitale con faccia tosta segna 4 punti di fila, 58-54. Altro gioco da tre punti di Rossi e Tramec adesso padrona del campo: Ranuzzi fissa il 65-58. La partita sembra finita. Rossi, fin lì impeccabile, manca il match point. Sale in cattedra Rezzano e Chieti, a secco da tre minuti, piazza un 7-0. È overtime.

Dopo i liberi del pareggio di Stanic, la Tramec avrebbe la palla per vincere ma il tiro di Leonzio colpisce il ferro. Cento ne ha ancora, più di Chieti. Non c’è più Moreno fuori per falli, ma Leonzio che in 5’ fa 10/10 dalla lunetta. Altri quattro senza sbagliare Fallucca. Vitale colpisce anche da tre, 76-61 con 40” da giocare. L’ultimo ad arrendersi è Ruggiero: segna due triple impossibili riportando Chieti anche ad un solo possesso. La Tramec però non sbaglia un colpo dalla lunetta e porta a casa vittoria e primato in classifica. —

Simone Gagliardi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.