Spal, si stringe per Bonifazi. Defrel primo obiettivo in attacco

Sala al Frosinone per Paganini. Salamon richiesto da Perugia e Salernitana. Llorente blocca il Milan per Petagna

FIRENZE. Oltre alla partita, oltre alla classifica. C’è il mercato. E adesso per la Spal è il tempo anche degli arrivi. Si spera, almeno, visto che alcune indicazioni emerse ieri potrebbero complicare il quadro.

dabo, l’annuncio


La certezza. Per oggi si attende l’annuncio ufficiale dell’acquisto di Bryan Dabo, in prestito dalla Fiorentina. Affare fatto da giorni, centrocampista a Ferrara da giovedì, visite mediche sostenute. Mercoledì a San Siro in Coppa contro il Milan farà il suo debutto. Non basterà solo lui per risollevare la Spal.

no all’asta

Cassa è stata fatta con le cessioni di Moncini al Benevento e Kurtic al Parma. Un tesoretto, sugli 8 milioni, che aiuta. Ora il primo da portare a casa è Kevin Bonifazi. Affare fatto con il Torino, prestito con obbligo di riscatto a 12 milioni? Dovrebbe essere così, però non c’è ancora la certezza matematica. Il Torino spera in un rilancio di Parma e Fiorentina ma in tal caso la Spal si tirerebbe indietro, non starebbe ad alimentare una corsa al rialzo. Così pensa alle alternative, pur se non sono dello stesso livello. Il viola Ceccherini può essere una soluzione. Come Dermaku del Parma. Per Tonelli il Napoli vuole che il prestito sia oneroso e che il riscatto obbligatorio venga fissato a 3 milioni. Molto, per un difensore che non gioca da otto mesi e che è più anziano di Bonifazi. Ma, chiaro, nulla si può escludere. Anche perché le cifre sono inferiori a quelle per Bonifazi e se la proprietà (Francesco Colombarini) ritiene che la retrocessione sia una probabilità concreta e che tale prospettiva non valga uno sforzo economico importante in questo mercato, allora...

polacco verso la b

Alcune dinamiche dipenderanno anche dalle ulteriori uscite. Salamon, al proposito, ha due possibilità entrambe in B: andare al Perugia, oppure alla Salernitana. Gli umbri sono interessati al centrale polacco in alternativa al pari ruolo Felipe. I campani lo prenderebbero “secco”, difficile che mettano sulla bilancia il centrocampista Maistro, Nazionale Under 21, cresciuto nella Spal, di proprietà della Lazio.

caprari-sanabria: no

La Spal, comunque, ha bisogno di rinforzi anche in attacco, ieri se n’è avuta l’ulteriore conferma. In tal senso escludiamo il sampdoriano Caprari: ieri è entrato, ha segnato subito, ha esultato polemicamente. Ammettendo che Petagna rimanga (il Tottenham dovrebbe prendere Llorente in prestito dal Napoli, così non acquisterà Piatek dal Milan ed i rossoneri non avranno il cash per dare l’assalto allo spallino), almeno per il momento, chi potrebbe essere il suo partner? La Spal proverà prioritariamente a prendere Defrel del Sassuolo (costi e concorrenza non da poco), che il d. s. Vagnati voleva già in passato. Molto più complicato è diventato Sanabria del Genoa, visto che ieri a Verona il paraguagio ha giocato titolare ed ha pure segnato il gol del momentaneo vantaggio rossoblù. Le altre soluzioni (da Pinamonti a Beric passando per Mancuso e Ioannidis) non sembrano poter soddisfare le esigenze dei biancazzurri, anche se nel caso di Pinamonti va detto che il discorso non riguarda il valore della punta ma la sua situazione contrattuale con l’inghippo tra Genoa ed Inter sull’obbligo di riscatto a febbraio e la conseguente difficoltà a ricollocare adesso il giocatore. Certo bisognerà stringere in tempi rapidi per avere qualcuno già lunedì prossimo a Bergamo contro l’Atalanta. Resta da capire se e quanto si potrà spendere dopo un investimento corposo come quello per Bonifazi, se andrà in porto come viene assicurato da più parti.

lo scambio

Serviranno altre cessioni? Possibile, nel corso della sessione di mercato. Paloschi e Jankovic sono indiziati. Oltre naturalmente a Sala. Per il terzino destro si è fatto avanti il Frosinone (serie B) che propone lo scambio con Paganini, più ala e meno terzino ma abituato anche a giocare a tutta fascia, sempre a destra. La posizione però è occupata. C’è Strefezza, a primavera rientrerà D’Alessandro. Le valutazioni probabilmente sono altre, ci si deve liberare di un giocatore e se l’opportunità è questa la si coglierà, anche per un discorso prettamente economico (l’ingaggio di Sala è tra i più alti dell’organico) e di prospettive di Paganini che potenzialmente è un ragazzo valido pur se ha patito gravi infortuni.

In stand by l’interessamento per Aramu, trequartista del Venezia: in questo momento non è la priorità. Dopo Dabo, la Spal ha bisogno di un difensore ed un attaccante. Velocemente, se si può. Ma le difficoltà obiettivamente non mancano, è un mercato in cui i prezzi sono lievitati esageratamente, inoltre la posizione di classifica dei biancazzurri sicuramente non è un incentivo per molti, soprattutto se c’è concorrenza come nel caso di Defrel. –

Paolo Negri

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi