Spal, arriva pure Zukanovic. Niente punta

A Dabo, Bonifazi, Castro e Cerri si è aggiunto il centrale Forse si chiuderà per lo svincolato Matri. Jankovic al Crotone



La sessione invernale del calciomercato si è chiusa ieri alle 20. E la Spal ha messo a segno nuovi colpi.


i movimenti

Dopo le cessioni di Moncini (al Benevento), Kurtic (al Parma) e Petagna (al Napoli, ma resterà a Ferrara fino a giugno) e gli acquisti - nelle scorse settimane - del centrocampista Bryan Dabo e del difensore Kevin Bonifazi, ieri la società biancazzurra ha prima ufficializzato il già conclamato (dal giorno precedente) passaggio del difensore Igor alla Fiorentina, e poi l’ingaggio del 33enne difensore bosniaco Ervin Zukanovic - ex Chievo, Sampdoria, Roma, Atalanta e Genoa in Italia - svincolato da poco dopo l’infelice esperienza araba con l’Al Ahli di Gedda (3 presenze dal 22 agosto scorso all’ultimo 13 gennaio; l’ultima partita giocata risale al 14 settembre, poi solo panchina e la non convocazione preludio alla risoluzione contrattuale). Giovedì sera Zukanovic era in viaggio dalla sua Sarajevo con direzione Ferrara, dove è arrivato ieri e - nella sede di via Copparo - ha già posato con la maglia biancazzurra e fatto conoscenza con la nuova realtà. Centrale mancino (all’occorrenza terzino sinistro), di vastissima esperienza - ha giocato in Bosnia, Austria, Belgio e appunto in Italia dal 2014 al giugno 2019; vanta 38 presenze in Nazionale - Zukanovic arriva per riempire nello scacchiere biancazzurro la casella lasciata vuota da Igor.

lo stallo

Più le ore trascorrevano e più non si capiva perchè la Spal non annunciasse lo scambio di prestiti con il Cagliari (l’attaccante Alberto Paloschi in Sardegna, il centravanti Alberto Cerri alla Spal) e l’arrivo - dalla stessa società isolana - del centrocampista Lucas Castro, affari dei quali si sapeva da giovedì. Da notare che già ieri mattina, presto, Castro e Cerri - che hanno viaggiato insieme da Cagliari - erano a Milano per sottoscrivere i rispettivi contratti, da depositare immediatamente (dopo le visite mediche ovviamente) per rendere i due calciatori formalmente ed immediatamente disponibili in vista della partita di domani a Roma contro la Lazio (Cerri non ci sarà in quanto da giorni è alle prese con un problemino muscolare). Tra l’altro, entrambi hanno rilasciato alcune dichiarazioni. Cerri: «Non me l’aspettavo, non ne sapevo niente. È successo tutto in un giorno. Sono comunque contento che il trasferimento sia avvenuto in questo momento. Non ho ancora parlato con Semplici, ora vedremo». Cerri ritrova il tecnico, visto che il centravanti erà già stato alla Spal, in B, nella prima parte della stagione 2016/17. Quanto a Castro, l’argentino ha affermato: «Sono contento della scelta, di questo sono convinto, ora pensiamo alla salvezza. Il Genoa? C’erano anche altre squadre (il Lecce; ndr), ma nessuna mi ha voluto come la Spal».

Ad un certo punto, nel pomeriggio, è filtrata l’indiscrezione in base alla quale l’operazione-Castro rischiasse di saltare a causa di problemi economici e tra le società, con impegni precedentemente presi e che sarebbero stati disattesi. Ma non si è avuto riscontro di tutto ciò, tanto che l’affare è andato in porto regolarmente, come previsto: scambio di prestiti per Cerri e Paloschi, Castro a titolo temporaneo alla Spal (ma è la formula abituale, con obbligo a determinate condizioni). Vagnati, all’Hotel Melià col presidente Walter Mattioli, ha contattato l’Aek Atene per acquistare il centravanti croato Marko Livaja, col Crotone per cedere in prestito Marko Jankovic e con il Verona per il trasferimento a titolo definitivo del laterale Sala. Jankovic è andato, ufficiale il trasferimento in Calabria (in una squadra che gioca col 3-5-2, quindi lui non giocherà). Sala, al pari di Salamon è invece rimasto in carico alla Spal: adesso potranno andare solo in club di mercati esteri che chiuderanno più tardi.

sottil-valoti no

Il giovane attaccante Riccardo Sottil non arriverà. La Spal ci ha provato, ha proposto alla Fiorentina uno scambio di prestiti con Mattia Valoti ma la Viola ha rifiutato perchè Iachini ha bloccato la propria ala. In sostanza, la Spal non ha concluso alcun affare per assicurarsi il tipo di attaccante che cercava, ed in extremis ha allacciato contatti per Alessandro Matri: si è svincolato dal Brescia quindi può essere trattato anche nei prossimi giorni. Ha lo stesso procuratore (Tinti) di Paloschi e Cerri. —