Spal, il caldo sarà una minaccia. Ma solo una gara si giocherà di pomeriggio alle 17.30

A Genova il 12 luglio coi rossoblù il pericolo del solleone. Cinque partite alle 19.30 e tre, tutte a Ferrara, alle 21.45 Prevalenza delle domeniche

FERRARA. E allora, adesso la Spal sa esattamente anche in quali giorni ed in quali orari disputerà le partite dalla ripresa del campionato fin quasi alla fine. Diciamo quasi fino al termine, perchè la collocazione degli ultimi tre turni andrà definita successivamente, in quanto vigendo il criterio della contemporaneità andranno studiate le soluzioni più idonee suddivise per fascia di classifica.

GLI ORARI

La Spal debutterà come noto con il Cagliari, a Ferrara: si giocherà martedì 23, alle 19.30. Un giorno inedito, un orario che diventerà abituale. Delle nove partite dei biancazzurri fissate ieri (quattro saranno trasmesse da Sky, e cinque da Dazn), ben cinque avranno infatti inizio alle 19.30. Da vedere quale sarà l’impatto climatico. In occasione della gara col Cagliari non dovrebbe essere tremendo (almeno in teoria), mentre il 5 luglio a Genova con la Samp e soprattutto il 9 a Ferrara con l’Udinese ed il 19 a Brescia il caldo si farà sicuramente sentire parecchio. Prima, quello del 28 giugno a Napoli, ora come ora è un’incognita dal punto di vista del clima.

Per fortuna la Spal dovrà giocare solo una volta in pieno pomeriggio, alle 17.15, ma ciò accadrà un 12 luglio, a Genova contro i rossoblù: condizioni che si annunciano per nulla comode, solleone alle viste. Per contro i biancazzurri scenderanno in campo tre volte in orario notturno, e lo faranno sempre a Ferrara e sempre con inizio alle 21.45: contro il Milan e successivamente in altre due occasioni, contro Inter e Roma.

I GIORNI E IL RITMO

Quanto ai giorni della settimana, la distribuzione delle partite spalline è sbilanciata sulla domenica: ben quattro partite su nove. Poi ci saranno due mercoledì ed altrettanti giovedì, ed un solo martedì (appunto quello del match con il Cagliari). Si annuncia un vero e proprio tour de force. La Spal dovrà disputare nove partite dal 23 giugno al 22 luglio, quindi avrà una media di un incontro ogni tre giorni e spiccioli. Un ritmo assurdo, infernale. Ovvio che vale per tutti, ma proprio non ha senso.

PORTE CHIUSE

Allo stato attuale, le partite si giocheranno naturalmente a porte chiuse, ma stanno iniziando le pressioni affinchè ci possa essere un quantomeno parziale accesso agli stadi. Vedremo se passerà il modello-Ungheria (con limitata affluenza di tifosi) o se verrà integralmente adottata la linea-Bundesliga (rigorosamente senza pubblico). Comunque vada, sarà sicuramente una parodia di calcio, sia in campo che sugli spalti. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.