Il Cus setaccia il mercato per rafforzare l’organico Si punta molto su Cavalieri

FERRARA

Se il settore femminile del Cus ha una linea tracciata, altrettanto non si può dire per quello maschile.


incertezze

Mentre si attende la conferma ufficiale da parte dello staff tecnico, Dardani e Secco – assieme alla dirigenza – si stanno muovendo per provare a rinforzare l’organico già in crisi prima della sosta. A complicare le cose i ventilati ritiri o problemi perduranti di alcuni giocatori di prima linea che di fatto mettono al tappeto l’intero reparto. Urge andare sul mercato, anche se con il bilancio ristretto dalla pandemia di trattative economiche non se ne parla. Il lavoro però è capillare con il territorio rugbistico vicino “battuto” palmo a palmo, senza tralasciare le carte migliori a disposizione del club.

nel mirino

Non è segreto che il Rovigo ha l’uomo di prima linea Leccioli (lo scorso anno a Badia) nel mirino e da qui dovranno venire fuori le risorse maggiori, concrete. Non giocherà più a Badia invece Giacomo Cavalieri, intenzionato a rientrare a Ferrara: «Sicuramente non giocherò a Badia - dice il giocatore -. Ho un progetto di lavoro che potrebbe mettermi in forse anche per Ferrara, che comunque sarà la mia prima scelta se riuscissi a continuare».

così bondoni

In ottica prossima stagione capitan Lorenzo Bondoni rimanda un giudizio oggettivo a quando si avranno dati certi sulla ripartenza: «Ad allenarci adesso non siamo in tantissimi, e ringraziamo i ragazzi dell’Under 18 che ci rinfoltiscono i ranghi. Credo che la sosta per il Covid abbia portato fuori città i non residenti, tipo gli studenti universitari, ed anche la tipologia dell’allenamento non aiuta. Adesso per seguire le normative, possiamo fare ben poco rugby vero. Solo tecnica individuale e preparazione atletica. E non avere una palestra a disposizione non aiuta. Conoscendo i miei compagni - conclude il capitano - non appena si potrà tornare ad una quasi normalità i numeri aumenteranno e con essi l’entusiasmo». —

d. c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA