Spal: niente sconti per “El Pata” Castro. Ma domani è comunque caccia al poker

Respinto il ricorso: al centrocampista rimangono 2 turni di squalifica da scontare. La squadra punta comunque al record di vittorie

FERRARA. Nulla da fare: il Giudice sportivo ha respinto il ricorso e Castro rimane in castigo. Tre giornate di squalifica doveva scontare, tante rimangono a carico. Una è già stata depennata prima della sosta (Salernitana), due restano da cancellare prima di poter tornare in campo. Ieri (giovedì 19 novembre) la Spal ha avuto l’ufficializzazione che il ricorso per ridurre la sanzione è stato respinto, dunque il preziosissimo centrocampista biancazzurro è costretto ancora alla tribuna. Complicando un po’ i piani di mister Marino.


“El Pata” era stato espulso nella vittoriosa trasferta di Reggio Calabria dell’1 novembre, protagonista nel bene (gol) e nel male (sbracciata nel finale). Da lì il rosso e la squalifica. Pesante. Castro, di conseguenza, dovrà giocoforza disertare la partita di domani col Pescara e anche quella di lunedì 30 novembre a Chiavari. Tornerà a disposizione per la partita di sabato 5 dicembre, quando al Mazza arriverà il Pisa. Epperò gli rimane una finestra agonistica, utile per non perdere il ritmo partita che può essere compromesso dal rosso e dalla settimana di pausa per le nazionali. Martedì 24 a Ferrara, infatti, arriva il Monza per la Coppa Italia e lì Castro potrà giocare perché la squalifica va scontata soltanto in campionato.

In attesa di un futuro mediamente lontano, mister Marino deve pensare alla gara che bussa alla porta: quella col Pescara. Difficile possano esserci tanti cambiamenti nell’undici iniziale, che così bene stava facendo prima della sosta: tre successi di fila. Da valutare giusto le condizioni di Sala dopo le fatiche con l’U21. E seguire il recupero di Seba Esposito dopo il lieve affaticamento muscolare riportato sempre con gli azzurrini.


La Spal, dunque, insegue il poker. Per trovare 4 vittorie di fila occorre tornare al campionato 2016/2017 quando i biancazzurri erano guidati da mister Semplici. Per la verità quel cammino trionfale non si esaurì dopo la quarta vittoria: ne arrivò pure una quinta. La Spal veniva da un periodo complicato ed era appena stata battuta ad Avellino, era l’aprile del 2017 e si era nel cuore di quel campionato di serie B poi concluso con la promozione. A Ferrara arriva il Novara ed è 2-0 per la Spal con le reti di Antenucci su rigore e Schiavon. La Spal poi va a Brescia e si impone per 3-1 con doppietta di Mora e rete di Antenucci. Il terzo successo di fila è molto sofferto al Paolo Mazza: 2-1 al Trapani con, ancora una volta, mattatore Antenucci autore di una doppietta. Quarto successo di fila a Latina con la vittoria siglata da Bonifazi e Antenucci. Come detto quella Spal fu in grado di inserire anche la quinta marcia con le reti di Giani e Zigoni a battere il Cittadella. La serie terminò pareggiando 0-0 a La Spezia. —






 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi