Esposito dribbla il futuro: «Sono ancora a Ferrara». Mora e Odgaard aspettano

Tante richieste per l'attaccante di proprietà Inter, ma ancora nulla di concreto

FERRARA. Il mercato in entrata della Spal dipende, per formalizzare gli imminenti acquisti, dalla partenza di Sebastiano Esposito.

Dichiarazioni


L’attaccante, come noto, rientra all’Inter, con una conclusione anticipata del prestito, ma perché ciò avvenga il club nerazzurro e l’agente di Esposito - che lunedì hanno avuto una lunga riunione - devono prima individuare la società cui ri-girare immediatamente il giocatore. Al proposito c’è una girandola di ipotesi cadette (Cremonese, Brescia, Chievo, Cittadella, Reggina...) ma adesso sembrerebbe essere ritornato in pole il Pescara.

Ieri, attraverso i social, Esposito ha però eluso il nocciolo della questione. Infatti ha dichiarato: «Inter o Spal? Vedremo, vedremo. Alla Spal mi trovo bene, sono ancora qui a Ferrara».

In entrata

A breve si dovrebbe necessariamente chiarire tutto. A quel punto la Spal metterà dentro le prime due pedine: il centrocampista Luca Mora, di ritorno dallo Spezia dopo tre anni, ed un attaccante che con tutta probabilità sarà Jens Odgaard.

Domani, approfittando della partita di Coppa Italia a Reggio contro i neroverdi, il d.s. spallino Giorgio Zamuner parlerà direttamente con la dirigenza del Sassuolo al fine di stringere per l’acquisizione in prestito del centravanti danese, che come noto ha già dato da tempo il suo assenso. L’alternativa rimane l’atalantino Marco Tumminello, che però è reduce da oltre un anno di inattività. E ciò fa pendere la bilancia dalla parte di Odgaard. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA